SERIE A

Serie A: la Salernitana batte il Venezia al 95', pari tra Spezia e Genoa

Al Penzo, i granata superano 2-1 in rimonta i lagunari: Bonazzoli e Schiavone ribaltano il vantaggio di Aramu. Finisce 1-1 al Picco: il rigore di Criscito risponde all'autogol di Sirigu

  • A
  • A
  • A

La decima giornata di Serie A si apre con il successo in rimonta della Salernitana sul Venezia e con l'1-1 tra Spezia e Genoa. Al Penzo, i granata vincono 2-1: Bonazzoli (61') e Schiavone (95') rispondono al vantaggio di Aramu al 14' per i lagunari, in dieci dal 67' per il rosso ad Ampadu. Al Picco, invece, la formazione di Motta sogna i tre punti dopo l'autogol di Sirigu (66'), ma il rigore di Criscito all'86' regala un punto a Ballardini.

SPEZIA-GENOA 1-1
Il Genoa conquista un buon punto sul campo dello Spezia, che all'86' si vede negare la possibile vittoria e non va oltre l'1-1. Al Picco, poche occasioni nel primo tempo, con il match che si infiamma soprattutto nella ripresa. I padroni di casa insistono e sfiorano il vantaggio: al 57', infatti, Gyasi colpisce il palo con un preciso diagonale mancino dopo la sponda di Nzola, ma il legno respinge la conclusione a Sirigu battuto. Sei minuti dopo, il ghanese sbaglia da zero metri, ma al 66' arriva il vantaggio della formazione di Motta: dopo la punizione di Salcedo, Colley si fionda sulla ribattuta e, grazie al palo e al rimpallo su Sirigu, porta in vantaggio lo Spezia, causando l'autorete dell'ex portiere del Psg. I padroni di casa insistono e vanno ad un passo dal raddoppio, ma Sirigu è bravissimo nel fermare Nzola lanciato a rete. Nel finale, ecco il pareggio dei rossoblù: Provedel travolge in area Caicedo e Criscito, dal dischetto, fissa il punteggio sull'1-1 all'86'. Forcing finale inutile: Spezia e Genoa conquistano un punto e salgono rispettivamente a 8 e 7 punti, con il Grifone agganciato dalla Salernitana, mentre gli uomini di Motta raggiungono il Venezia.

IL TABELLINO
SPEZIA-GENOA 1-1

Spezia (4-3-3): Provedel 5,5; Ferrer 5,5, Hristov 6, Nikolaou 6, Bastoni 6; Maggiore 6,5, Kovalenko 5,5, Strelec 5,5 (14' st Colley 6,5), Salcedo 6 (32' st Antiste 6), Gyasi 5, Nzola 6. A disp.: Zoet, Zovko, Manaj, Verde, Podgoreanu, Amian, Bertola. All.: Motta 6
Genoa (4-2-3-1): Sirigu 6; Masiello 5,5, Vasquez 6, Criscito 6,5, Cambiaso 6 (1' st Biraschi 5,5); Badelj 6 (30' st Galdames 6), Behrami 6 (16' st Caicedo 6,5); Ekuban 6 (1' st Sturaro 6), Rovella 6,5, Kallon 5 (25' st Pandev 6); Destro 5,5. A disp.: Semper, Marchetti, Sabelli, Melegoni, Ghiglione, Portanova, Touré. All.: Ballardini 6
Arbitro: Sozza
Marcatori: 21' st aut. Sirigu (S), 41' st rig. Criscito (G)
Ammoniti: Bastoni (S), Biraschi (G), Kallon (G), Caicedo (G), Provedel (S), Masiello (G)

LE STATISTICHE DI SPEZIA-GENOA
Il Genoa non ha trovato il successo in sette gare di fila in Serie A con Davide Ballardini in panchina per la prima volta da aprile 2013 (otto).
Lo Spezia ha subito quattro rigori dall’85° minuto di gioco in avanti in Serie A, più di ogni altra squadra dall’inizio della scorsa stagione.
Domenico Criscito ha trasformato tutti gli ultimi sei rigori calciati in Serie A.
Domenico Criscito è difensore che ha segnato più reti nei cinque grandi campionati europei in corso: quattro, tutte su calcio di rigore.
Per la prima volta lo Spezia ha beneficiato di un autogol in Serie A.
Il 73% dei tiri in questo incontro sono stati effettuati nel corso della ripresa (16 su 22).
Il Genoa non ha trovato il gol nel primo tempo in 9 delle sue 10 partite in questa Serie A, più di qualsiasi altra squadra nel torneo in corso.
Lo Spezia è diventata oggi la squadra con cui Thiago Motta ha collezionato più gare da allenatore in Serie A (10).


VENEZIA-SALERNITANA 1-2
Grazie al gol al 95' di Schiavone, la Salernitana vince lo scontro salvezza con il Venezia e regala i primi tre punti a Stefano Colantuono: al Penzo finisce 2-1 per i granata, che si impongono in rimonta. A partire meglio sono proprio gli ospiti, con il destro di Kastanos respinto da Romero, bravo poi a bloccare la conclusione dalla distanza di Di Tacchio. Al 14', però, passa la formazione di Zanetti: cross dalla sinistra di Molinaro, velo di Okereke e sinistro terrificante di Aramu, che fulmina Belec. I campani provano a reagire sulle palle alte: al 35', Romero è bravissimo nel negare il pareggio a Djuric, bravo a staccare di testa sul cross di Zortea. Il bosniaco è pericoloso anche prima dell'intervallo, ma il suo destro appena dentro l'area non spaventa l'argentino. Dall'altra parte, Belec respinge il tiro a giro di Okereke, evitando di subire il raddoppio. Nella ripresa, la formazione di Colantuono insiste e Ribery sfiora il pareggio, che arriva comunque allo scoccare dell'ora di gioco: il francese serve Bonazzoli, che con un preciso sinistro sul primo palo batte Romero, firmando l'1-1. La gara cambia ulteriormente a metà ripresa, quando Ampadu, entrato ad inizio secondo tempo, viene espulso per un brutto fallo proprio su Ribery. La Salernitana vince grazie ai cambi di Colantuono, che inserisce Simy e Schiavone: al 95', l'ex Crotone confeziona di testa l'assist per il centrocampista, che a porta vuota insacca e manda in estasi il popolo granata. La formazione di Colantuono sale a 7 punti e si porta a -1 proprio dal Venezia.

IL TABELLINO
VENEZIA-SALERNITANA 1-2
Venezia (4-3-3)
: Romero 5,5; Mazzocchi 6, Caldara 5,5, Ceccaroni 5,5, Molinaro 6 (21' st Haps 5,5); Crnigoj 6, Busio 6, Kiyine 5,5 (11' st Heymans 5,5); Okereke 6,5 (29' st Svoboda 5,5), Forte 6 (21' st Henry 5,5), Aramu 7 (1' st Ampadu 4). A disp.: Maenpaa, Tessmann, Sigurdsson, Modolo, Bjarkason, Ebuehi, Peretz. All.: Zanetti 5,5
Salernitana (4-3-1-2): Belec 6; Zortea 6,5, Strandberg 6, Gyomber 6 (41' st Gagliolo sv), Ranieri 6; Kastanos 6,5 (21' st Schiavone 7), Di Tacchio 5, Obi 6 (31' st Kechrida 6); Ribery 6,5; Djuric 6 (31' st Simy 6,5), Bonazzoli 7 (31' st Gondo 6). A disp.: Fiorillo, Russo, Jaroszynski, Aya, Delli Carri, Vergani. All.: Colantuono 7
Arbitro: Di Bello
Marcatori: 14' Aramu (V), 16' st Bonazzoli (S), 50' st Schiavone (S)
Ammoniti: Busio (V), Bonazzoli (S), Mazzocchi (V), Ampadu (V), Di Tacchio (S), Zortea (S)
Espulsi: Ampadu (V) al 22' st per fallo su Ribery

LE STATISTICHE DI VENEZIA-SALERNITANA
La Salernitana non vinceva un match di Serie A dopo essere andata sotto di un gol dal 14 febbraio 1999 contro l’Empoli.
La Salernitana ha vinto la prima trasferta di questa Serie A, dopo quattro sconfitte consecutive.
Mattia Aramu ha segnato tre gol (tutti in casa) nelle ultime quattro partite, dopo che era rimasto a secco in tutte le sue prime quattro di questo campionato.
Mattia Aramu ha segnato in ciascuna delle ultime tre partite casalinghe di campionato con il Venezia: tra le fila dei lagunari non accadeva, tra Serie A e Serie B, dai tempi di Filippo Maniero, nel febbraio 2002, contro il Milan.
Tutti gli ultimi tre gol di Federico Bonazzoli in Serie A sono arrivati in trasferta, compresi i due di questo campionato con la Salernitana (uno col Torino).
Nove degli ultimi 10 gol di Federico Bonazzoli in Serie A sono stati segnati nei secondi tempi di gioco.
Franck Ribéry non forniva un assist per almeno due match di fila nei cinque maggiori campionati europei da maggio 2017, con il Bayern Monaco, in Bundesliga (tre in quel caso).
Dal 2004/05 (da quando Opta raccoglie questo dato) soltanto Rodrigo Palacio, Alessandro Costacurta e Zlatan Ibrahimovic hanno fornito almeno un assist per due match di fila da più vecchi rispetto a Franck Ribéry.
Primo gol di Andrea Schiavone in Serie A, alla sua quinta presenza, tutte da subentrato; il suo è il gol più tardive di questo campionato, dopo quello di Criscito dello scorso settembre contro la Fiorentina.
La Salernitana resta l'unica squadra a non avere ancora trovato il gol nella prima mezzora di gioco in questo campionato.
La Salernitana ha effettuato 21 conclusioni: record per la squadra granata in un match di questo campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments