SFIDE SALVEZZA

Serie A: il Genoa si salva, il Lecce retrocede in B

I rossoblù stendono 3-0 in casa il Verona e restano nel massimo campionato a scapito dei salentini, che perdono 4-3 in casa contro il Parma

  • A
  • A
  • A

Ecco l’ultimo verdetto ufficiale che mancava in questa “strana” stagione di Serie A: il Genoa si salva e resta nel massimo campionato per la quattordicesima annata consecutiva, mentre il Lecce retrocede in Serie B dopo un solo anno. Decisivo il successo casalingo dei rossoblù per 3-0 contro il Verona grazie alla doppietta di Sanabria e la rete di Romero. Al Via del Mare, invece, nulla da fare per i salentini, che vengono sconfitti 4-3 dal Parma.

GENOA-VERONA 3-0
Salvezza raggiunta all’ultima giornata, come era già capitato al Genoa nella scorsa stagione. I rossoblù dominano il primo tempo e sbloccano il risultato al 13’: Masiello va in verticale per Lerager, che dalla destra scodella un pallone perfetto per l’incornata di Sanabria che non dà scampo a Radunovic. Troppo morbida la marcatura di Gunter in questa circostanza: Genoa in vantaggio. L’Hellas non si rende mai minimamente pericoloso e al 25’ arriva il raddoppio dei padroni di casa: splendida palla filtrante di Pandev per Sanabria che, tutto solo davanti a Radunovic e sul filo del fuorigioco, è glaciale con un destro implacabile che bacia il palo interno e s’insacca in rete. Doppietta dell’attaccante paraguaiano. Il tris genoano arriva poco prima dell’intervallo grazie a uno stacco imperioso di Romero sul secondo palo sul corner di Jagiello. Al 61’ proprio Romero rimedia però il secondo cartellino giallo per un’entrata dura su Pazzini nel cerchio di centrocampo; l’espulsione del difensore del Genoa è inevitabile. Questo episodio, però, non compromette per niente la netta vittoria del Grifone, nonostante la tensione nel finale che vede espulsi anche Amrabat e Cassata. Successo che certifica la permanenza in Serie A, per la quattordicesima stagione consecutiva, del Genoa che chiude il campionato quartultimo a 39 punti. Il Verona è nono, a quota 49, a pari merito con Fiorentina e Parma.

IL TABELLINO
GENOA-VERONA 3-0
Genoa (3-5-2)
: Perin 6; Zapata 6,5, Romero 6,5, Masiello 6,5; Ankersen 6,5, Lerager 6,5, Behrami 6, Jagiello 6,5 (38’ st Cassata sv), Criscito 6 (23’ Barreca 6); Pandev 6,5 (37’ st Pinamonti sv), Sanabria 7,5 (19’ st Goldaniga). A disp.: Marchetti, Goldaniga, Iago Falque, Biraschi, Ghiglione, Schone, Destro, Favilli, Rovella, Pinamonti. All.: Nicola 7
Verona (3-4-2-1): Radunovic 6; Rrahmani 5,5, Gunter 5 (29’ st Salcedo 6), Dimarco 6; Faraoni 5,5, Amrabat 6, Veloso 5, Lazovic 5,5; Eysseric 5,5, Pessina 5,5 (1’ st Borini 5,5); Di Carmine 5 (1’ st Pazzini 5,5). A disp.: Silvestri, Berardi, Badu, Stepinski, Verre Lucas, Zaccagni, Terracciano. All.: Juric 5
Arbitro: Irrati
Marcatori: 13’, 25’ Sanabria (G), 44’ Romero (G)
Ammoniti: Sanabria (G), Masiello (G)
Espulsi: Al 16’ st Romero (G) per doppia ammonizione; al 17’ st Juric (V) per proteste; al 46’ st Amrabat (V) e Cassata (G) per reciproche scorrettezze

LE STATISTICHE
Il Genoa non vinceva un incontro nell'ultimo turno stagionale in Serie A dal 2014.
Era dallo scorso febbraio (contro il Bologna) che il Genoa non vinceva una gara di campionato con tre gol di scarto.
Nonostante la sconfitta, sono 49 punti per il Verona: mai così tanti in una stagione in Serie A dal 2013/14 per i gialloblù, quando chiusero con 54.
Il Verona è l'unica squadra contro cui Antonio Sanabria ha segnato più di un gol in Serie A (tre, l'altro nel match d'andata).
Tutti e sei i gol in questa Serie A di Antonio Sanabria sono stati segnati nel corso del primo tempo.
Prima di questa doppietta di Antonio Sanabria, l'ultima marcatura multipla di un giocatore del Genoa in Serie A risaliva a settembre 2018, Piatek contro il Frosinone.
Goran Pandev non forniva un assist in Serie A da aprile 2019, contro il Napoli.
Il Genoa non segnava tre gol in un primo tempo di Serie A da novembre 2016, contro la Juventus.
Francesco Cassata e Cristian Romero sono i giocatori che hanno ricevuto più espulsioni nelle ultime due stagioni in Serie A (tre per entrambi).
Andrea Masiello ha giocato la sua 250ª partita in Serie A, mentre Edoardo Goldaniga ha disputato la sua 100ª gara nella competizione.

LECCE-PARMA 3-4
Niente da fare per il Lecce, che saluta la Serie A dopo appena una stagione. All’11 il Parma passa in vantaggio, anche se in maniera rocambolesca: diagonale mancino pungente di Hernani che va a sbattere sul palo, poi sulla respinta il pallone finisce addosso allo sfortunato Lucioni e termina in rete. Poco dopo Caprari si divora il raddoppio tutto solo davanti a Gabriel, ma l’ex attaccante di Pescara e Sampdoria si riscatta alla grande al 23’: Hernani in contropiede serve proprio il numero 20 parmense che al limite dell’area calcia al meglio e supera Gabriel. Quest’ultimo compie una prodezza su Kulusevski e poco dopo Barak riapre i conti con un colpo di testa sul cross dalla destra di Mancosu. Il Lecce quindi reagisce, nonostante il risultato di Marassi, e sempre di testa Meccariello segna il 2-2 sotto la traversa, sul corner di Falco. Tuttavia il Parma torna avanti al 52’, quando Barillà conclude in porta; il tiro si trasforma in un assist per Cornelius che col destro in scivolata mette dentro. Inglese, appena entrato, sigla il poker al 66’ sul cross teso di Barillà, ma Lapadula ristabilisce subito le distanze con il tap-in vincente dopo il palo di Shakhov. Il Lecce conclude la stagione con 35 punti in classifica e retrocede in Serie B. Nona posizione per il Parma (49) in coabitazione con Verona e Fiorentina.

IL TABELLINO
LECCE PARMA 3-4
Lecce (4-3-2-1):
Gabriel 6,5; Donati 6, Lucioni 5, Meccariello 6,5 (43’ st Monterisi sv), Dell’Orco 6 (25’ st Vera 5,5); Barak 6,5, Tachtsidis 6 (17’ st Petriccione 5,5), Mancosu 5 (16’ st Majer 5,5); Saponara 6, Falco 6 (16’ st Shakhov 6,5); Lapadula 6,5. A disp.: Sava, Vigorito, Calderoni, Colella, Paz, Rispoli, Rossettini, Maselli, Rimoli. All.: Liverani 5,5
Parma (4-3-3): Sepe 6; Laurini 5 (9’ st Regini 6), Bruno Alves 5,5 (1’ st Dermaku 6), Gagliolo 6, Darmian 6; Kurtic 5,5, Barillà 6,5, Hernani 6,5 (9’ st Siligardi 6,5); Kulusevski 6 (26’ st Gervinho 6), Caprari 7, Cornelius 6,5 (17’ st Inglese 6,5). A disp.: Colombi, Iacoponi, Kosznovszky, Balogh, Adorante, Sprocati, Pezzella. All.: D’Aversa 6
Arbitro: Mariani
Marcatori: 11’ aut. Lucioni (L), 24’ Caprari (S), 40’ Barak (L), 45’ Falco (L), 7’ st Cornelius (P), 21’ st Inglese (P), 24’ st Lapadula (L)
Ammoniti: Kurtic (P), Bruno Alves (P)

LE STATISTICHE
Il Parma ha vinto 13 delle 24 sfide in Serie A contro il Lecce, comprese tutte le ultime tre consecutive, eguagliando la migliore serie di successi nel massimo campionato contro i salentini (dal 2003 al 2005).
Il Parma ha conquistato 49 punti in questa Serie A, concludendo la terza migliore stagione tra le ultime 10 disputate nel massimo campionato (55 punti nel 2013/14, 53 punti nel 2011/12).
Il Parma ha realizzato almeno quattro reti in tre diverse partite in questa stagione, non fa meglio dalla Serie A 1998/99 (cinque volte con Malesani in panchina).
Il Parma ha realizzato 11 reti con giocatori subentrati in questa Serie A, meno solo dell'Atalanta (20).
Il Lecce è retrocesso nove volte dalla Serie A, meno solo del Brescia (12) e dell’Atalanta (11) tra le squadre attualmente nel massimo campionato.
Il Lecce ha chiuso con la retrocessione quattro degli ultimi cinque campionati di Serie A a cui ha partecipato, fa eccezione la stagione 2010/11 con Luigi De Canio in panchina.
Il Lecce è la peggiore difesa di questa Serie A con 85 reti subite: nessuna delle cinque squadre con questi numeri difensivi ha evitato la retrocessione dal massimo campionato, ma i salentini sono l’unica a non aver chiuso la stagione all’ultimo posto.
Il Lecce ha realizzato 52 gol in questa Serie A: nell’era dei tre punti a vittoria nessuna squadra ha segnato così tante reti senza evitare la retrocessione sul campo.
Il Parma ha realizzato due gol prima del 25° minuto in una singola partita di Serie A per la prima volta dal marzo 2012 (Mariga e Floccari contro la Lazio). In trasferta non accadeva dal dicembre 2002 (Brighi e Mutu vs Torino).
Andreas Cornelius (12) e Dejan Kulusevski (10) hanno realizzato 22 reti del Parma in questa stagione. L'ultima coppia gialloblù in grado di segnarne di più in un singolo campionato di Serie A è stata quella composta da Sebastian Giovinco (15) e Sergio Floccari (8) nella stagione 2010/11.
Antonino Barillà ha fornito due assist nella stessa partita per la prima volta in Serie A, tanti quanti ne aveva totalizzati nelle 94 presenze precedenti nel massimo campionato (quattro in totale - tutti con la maglia del Parma).
Con la rete di Biagio Meccariello, il Lecce ha mandato in gol 16 giocatori diversi in questo campionato, meno solo di Roma (18), Inter (18) e Napoli (17)
Marco Mancosu ha contribuito a 16 gol per il Lecce in questo campionato (14 reti, due assist). Nella storia dei salentini in Serie A, solo Chevanton (25) e Vucinic (20) hanno fatto meglio in una singola stagione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments