GENOA-ROMA 1-3

Serie A, Genoa-Roma 1-3: Under e Spinazzola protagonisti, giallorossi di nuovo quarti da soli

La squadra di Fonseca stacca momentaneamente l'Atalanta: l'esterno che era stato a un passo dall'Inter è titolare e tra i migliori in campo

  • A
  • A
  • A

Torna al successo la Roma di Paulo Fonseca, che vincendo 3-1 a Marassi contro il Genoa è momentaneamente quarta in solitaria nella classifica della Serie A. Match sbloccato al 6' da Under, a fine primo tempo arrivano l'autogol di Biraschi (su azione dell'uomo-mercato Spinazzola) e la rete rossoblù realizzata da Pandev. Nel secondo tempo è Dzeko a chiudere il match, andando a segno al 74' su erroraccio di Perin. Liguri sempre penultimi.

LA PARTITA
La Roma si rialza a Genova e si mette alle spalle i ko interni contro Torino e Juventus battendo un Genoa volitivo ma poco efficace in avanti. E soprattutto i giallorossi ritrovano un Leonardo Spinazzola grande protagonista, dopo le delusioni del calciomercato. Fonseca punta su Kluivert e Under alle spalle di Dzeko nel primo match di campionato dopo il drammatico infortunio di Zaniolo, ma c'è grande curiosità come detto per Spinazzola: sfumato in extremis il suo passaggio all'Inter in settimana, il laterale umbro torna in campo dal primo minuto (anche in virtù delle assenze per squalifica di Florenzi e Kolarov). E la Roma si porta in vantaggio dopo appena 6 minuti, alla prima vera sortita offensiva della sua partita: duettano proprio Kluivert e Under, con quest'ultimo che parte da destra e si inventa un sinistro che beffa Perin e termina la sua corsa nell'angolino senza che compagni (come il vicinissimo Pellegrini) o avversari riescano a intervenire. Il Genoa fatica a reagire ed è proprio Spinazzola a rendersi pericoloso con grande costanza sulla sinistra: al quarto d'ora è una sua iniziativa a permettere a Dzeko di staccare di testa (bravo Perin), poi sono Ghiglione e addirittura Sanabria a doversi sacrificare in copertura. Proprio Ghiglione manca di testa l'occasione per il pareggio, quindi nel finale di tempo arrivano due reti in rapida successione: al 44' è l'ispiratissimo Spinazzola a buttare al centro l'ennesimo pallone insidioso, con Biraschi che lo devia di coscia ingannando Perin, ma già al 45' Pandev accorcia le distanze sfruttando il lancio di Schone e un'incertezza di Pau Lopez.

L'improvviso gol del macedone risveglia il Grifone, che scende in campo a inizio ripresa con un piglio diverso: dopo un paio di timide iniziative di Dzeko e un interessante tentativo di Santon, è Pau Lopez a riscattarsi con un intervento prodigioso sull'incornata di Goldaniga. Quindi il ritrovato Schone ci prova da fermo e poi Barreca si rende pericoloso due volte con le sue sortite sulla fascia. La Roma lascia sfogare i padroni di casa e chiude idealmente il match al 75': Perin sbaglia tutto sul rinvio, ne approfitta Pellegrini che serve Dzeko che stavolta non può sbagliare e riscatta una partita opaca con il fondamentale terzo gol giallorosso. Ci sarebbe anche lo spazio per un ingeneroso poker, ma Kluivert non sfrutta un servizio di Pellegrini e poi sbaglia l'appoggio per Dzeko in contropiede. A tempo scaduto è quindi Pandev a cercare di riaprire in extremis il match, ma Pau Lopez compie un altro miracolo e si prende gli ultimi applausi della serata per una Roma rinata. Anche grazie al ritorno da protagonista di un quasi ex come Spinazzola.

LE PAGELLE
Spinazzola 7
- Era già virtualmente dell'Inter, gioca invece da titolare in giallorosso e gioca una partita di altissimo livello: provoca il raddoppio, ma in generale è ispiratissimo a sinistra. Ritrovato.
Schone 6,5 - Nicola sembra aver finalmente risolto il rebus che aveva bloccato sia Andreazzoli che Thiago Motta. Il regista danese torna autore di una grande prestazione e certamente non ha responsabilità sulla sconfitte.
Under 7 - C'era grande apprensione per una Roma che aveva bisogno di ritrovare certezze tra le linee dopo il pesantissimo infortunio di Zaniolo. Il turco le dà tutte, con un gol memorabile.​​​​​​​
Perin 5 - Battuto a freddo da Under con un pizzico di responsabilità, regala di fatto a Dzeko il terzo gol. Ed è in quel momento che il Genoa trova la certezza di aver perso la partita.​​​​​​​
Dzeko 6,5 - Ha il merito di farsi trovare ancora una volta puntuale all'appuntamento con il gol, la verità è che a Marassi appare ben più svagato del suo solito.​​​​​​​
Pandev 7 - Riapre la partita a fine primo tempo e per poco non si ripete a fine match. Ormai l'anima e il cuore di questo Genoa in enorme difficoltà è l'eterno macedone.

IL TABELLINO
Genoa-Roma 1-3
Genoa (3-5-2): Perin 5; Biraschi 5,5, Romero 5,5, Goldaniga 6,5; Barreca 6,5, Sturaro 5,5 (47' st Radovanovic sv), Schone 6,5, Cassata 6 (25' st Favilli 5,5), Ghiglione 6; Pandev 7, Sanabria 5,5 (41' st Agudelo sv). A disp.: Marchetti, Radu, El Yamiq, Jagiello, Destro, Ankersen, Pajac, Behrami, Pinamonti. All.: Nicola 5,5.
Roma (4-2-3-1): Pau Lopez 7; Santon 6 (40' st Cetin sv), Smalling 6,5, Mancini 6,5, Spinazzola 7; Veretout 6 (28' st Cristante 6), Diawara 6,5; Under 7 (43' st Bruno Peres sv), Pellegrini 7, Kluivert 6; Dzeko 6,5. A disp.: Cardinali, Fuzato, Juan Jesus, Kalinic. All.: Fonseca 6,5.
Arbitro: Maresca
Marcatori: 6' Under (R), 44' aut. Biraschi (G), 45' Pandev (G), 29' st Dzeko
Ammoniti: Romero, Cassata (G), Veretout, Dzeko, Pau Lopez (R)
Espulsi: -

LE STATISTICHE
La Roma è imbattuta da 12 sfide contro il Genoa in Serie A (9V, 3N), contro nessuna squadra i giallorossi hanno ottenuto più punti nel periodo – 30 punti dal 2014/15.
Il Genoa per la prima volta nella sua storia ha perso 12 delle prime 20 partite in un massimo campionato.
Il Genoa ha conquistato 14 punti, sei delle ultime sette squadre con 14 o meno punti dopo le prime 20 giornate di campionato sono poi retrocesse – unica eccezione il Bologna la scorsa Serie A.
La Roma ha vinto tre delle ultime quattro trasferte in Serie A (1N), realizzando in media 2.5 gol ad incontro.
Cengiz Ünder ha realizzato tre gol contro il Genoa, la sua vittima preferita in Serie A – entrambe le sue reti in questo campionato sono arrivate contro i liguri.
Solo Luis Alberto (11) ha fornito più assist di Pellegrini (sette) in questo campionato.
Lorenzo Pellegrini ha stabilito il record personale di assist in un singolo massimo campionato: sette – tanti quanti nelle prime due stagioni in totale con la Roma in Serie A.
Edin Dzeko ha preso parte a quattro gol nelle sue ultime quattro presenze in Serie A (due gol, due assist).
Goran Pandev ha realizzato cinque gol in questo campionato, uno in più di quelli messi a segno nell’intera scorsa stagione in Serie A.
Davide Nicola ha perso cinque sfide da allenatore contro la Roma, contro nessuna squadra ha ottenuto più sconfitte in Serie A.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments