GENOA-INTER 0-3

Serie A, Genoa-Inter 0-3: Lukaku-Sanchez sempre decisivi, nerazzurri secondi

Al Ferraris ancora in gol il belga e il cileno, tre punti per Conte che supera l'Atalanta in classifica

di
  • A
  • A
  • A

L'Inter vince 3-0 in casa del Genoa nella 36.a giornata di Serie A e si riprende il secondo posto in classifica, superando l'Atalanta. Al Ferraris i nerazzurri conquistano i tre punti grazie ai suoi due attaccanti più in forma, Lukaku e Sanchez. Al 34' il centravanti belga sovrasta Zapata e infila di testa la porta di Perin. Nel finale il cileno raddoppia all'82', prima della doppietta di Lukaku con tanto di serpentina al 93'.

LA PARTITA

Fosse milanese il famoso detto sarebbe ancora più calzante, ma quel che importa è che in casa Inter "el segna semper Lu...kaku". L'attaccante belga, fortemente voluto e coccolato da Conte, si è preso anche Genova, rifilando la seconda doppietta stagionale al Genoa e salendo a quota 23 reti alla prima stagione in nerazzurro, già meglio di un tale di nome Milito Diego, che i tifosi nerazzurri venerano a pieno titolo come una divinità pagana. L'Inter ha vinto 3-0 in casa dei rossoblù di Nicola, risuperando l'Atalanta al secondo posto e rimescolando con un po' di ansia il finale di stagione del Genoa in chiave salvezza. Sul campo però la superiorità di una squadra sull'altra si è vista tutta, con l'ingresso di Sanchez nella seconda parte di gara a fare la differenza per ritmo e qualità. In chiave scudetto, la Juventus ora è costretta a battere la Sampdoria per poter festeggiare.

Dopo i primi trenta minuti di gioco a ritmo rallentato con due squadre bloccate a centrocampo, la svolta c'è stata quando gli esterni di Conte hanno saputo prendere il sopravvento sugli avversari. Sia Moses a destra che Biraghi a sinistra si sono aperti gli spazi necessari per creare pericoli alla porta di Perin e proprio da un cross dell'esterno italiano, con tanto di quinto assist in campionato, è arrivato il gol del vantaggio di Lukaku, di testa (e sono 19 di squadra con questo fondamentale) dopo aver scherzato Zapata sul piano fisico. La reazione del Genoa è tutta in una punizione calciata a fil di palo da Jagiello, ma la maggiore incisività dei nerazzurri negli ultimi metri ha portato la squadra di Conte avanti nel punteggio all'intervallo.

Nella ripresa lo stesso tecnico prima ha abbassato Eriksen davanti alla difesa per farlo entrare nel vivo del gioco, poi ha cambiato il volto alla sua Inter con tre cambi contemporanei che hanno dato freschezza, tecnica e lucidità in un momento in cui il Genoa, costretto a cercare punti vista la classifica traballante, aveva preso campo e coraggio. L'occasione per il pareggio al Grifone è capitata per un errore di Ranocchia in disimpegno, ma sui piedi inesperti del 2001 Rovella che ha sprecato il 3vs2 con una scelta e un passaggio sbagliato nei tempi e nei modi. Nel finale con i rossoblù sbilanciati in avanti l'Inter ha chiuso i conti: prima con Sanchez all'82' su assist di Moses, bravo a saltare con facilità Criscito, e poi con lo stesso Lukaku in contropiede con tanto di serpentina in area sui difensori rossoblù.


LE PAGELLE

Lukaku 7,5 - Decisivo come sempre anche lontano da Milano. Infila Perin di testa dopo aver stravinto il duello fisico con Zapata. A quota 23 gol alla prima stagione in nerazzurro, meglio di Diego Milito.

Eriksen 5,5 - Un'altra opportunità non sfruttata dal danese che pur entrando nel vivo del gioco più spesso dietro le punte, manca sempre nell'ultima scelta. Nella ripresa si abbassa davanti alla difesa, ma esce dopo un'ora di gioco.

Biraghi 6,5 - Si conferma in un ottimo momento di forma trovando l'ennesimo assist decisivo. Sono cinque in stagione, non ha mai fatto meglio in Serie A.

Zapata 5 - Perde malamente il duello con Lukaku in occasione del vantaggio dell'Inter, episodio chiave nel match.

Jagiello 6 - Si rende pericoloso su punizione sfiorando il palo, ma è sempre il più attivo in mezzo al campo. E' in fiducia e si vede.

Criscito 4,5 - In costante difficoltà sulla sinistra contro Moses e non solo. Anche in fase offensiva è meno disciplinato del solito, sbagliando spesso la decisione.

--
IL TABELLINO
GENOA-INTER 0-3
Genoa (3-5-2)
: Perin 6; Goldaniga 6, Romero 5,5, Zapata 5; Ankersen 5,5 (31' st Ghiglione 5,5), Rovella 5,5 (31' st Destro 5,5), Jagiello 6, Behrami 5,5 (14' st Schone 5,5), Criscito 4,5; Pinamonti 5, Favilli 5 (25' st Pandev 6). A disp.: Ichazo, Marchetti, Masiello, Soumaoro, Cassata, Barreca, Biraschi, Eriksson. All.: Nicola 5,5.
Inter (3-4-1-2): Handanovic 6; Skriniar 6 (19' st D'Ambrosio 6), Ranocchia 5,5, Godin 6; Moses 6,5 (37' st Candreva sv), Brozovic 6, Gagliardini 6, Biraghi 6,5 (37' st Young sv); Eriksen 5 (19' st Borja Valero 6); Martinez 5,5 (19' st Sanchez 7), Lukaku 7,5 A disp.: Padelli, Berni, Bastoni, Pirola, Asamoah, Candreva, Agoumé, Young, Esposito. All.: Conte 6,5.
Arbitro: Massa
Marcatori: 34' Lukaku, 37' st Sanchez, 48' st Lukaku
Ammoniti: Criscito, Romero (G); Gagliardini, Ranocchia, Handanovic (I)
Espulsi: nessuno
--

LE STATISTICHE DI OPTA

L’Inter ha ottenuto 12 vittorie in trasferta in una singola stagione per la seconda volta nella sua storia in Serie A, dopo il 2006/07 (15). 

Romelu Lukaku (23 gol) ha raggiunto il terzo posto in solitario tra i migliori realizzatori di sempre alla prima stagione in nerazzurro in Serie A – sopra di lui solo Stefano Nyers (26) e Ronaldo (25). 

Romelu Lukaku con 15 gol in trasferta ha eguagliato il record di reti esterne in una singola stagione in Serie A con la maglia dell'Inter di Stefano Nyers nel 1949/50. 

L’Inter ha segnato 19 gol di testa in questo campionato, mai così tanti per i nerazzurri in una singola stagione da quando Opta raccoglie questo dato (2004/05). 

Alexis Sánchez ha preso parte attiva ad almeno un gol per tre trasferte di fila in Serie A per la prima volta da gennaio 2011; in generale, non ci riusciva in campionato da gennaio 2017 con la maglia dell'Arsenal. 

Dalla ripresa del campionato solo Ronaldo (11) ha preso parte a più gol di Sánchez (10 – tre gol, sette assist) tra gli attaccanti in Serie A. 

Nelle precedenti cinque occasioni in cui l’Inter ha ottenuto almeno 76 punti dopo le prime 36 giornate ha sempre chiuso la stagione nelle prime due posizioni in Serie A – considerando tre punti a vittoria. 

L’Inter ha ottenuto due vittorie esterne di fila contro il Genoa per la prima volta dal dicembre 2011 in Serie A – serie che arrivò a quattro. 

L’Inter è l’unica squadra contro cui il Genoa è rimasto a secco di gol nelle ultime due stagioni in Serie A. 

L’Inter ha tenuto la porta inviolata per due gare di fila per la seconda volta in questo campionato – la prima lo scorso settembre, serie arrivata a tre. 

Cristiano Biraghi ha stabilito il suo record di assist in una singola stagione in Serie A (cinque). 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments