Serie A, Frosinone-Atalanta 0-5: Zapata inarrestabile, quattro gol

Con il poker segnato allo Stirpe il colombiano raggiunge Cristiano Ronaldo in cima alla classifica cannonieri

di
  • A
  • A
  • A

L'Atalanta conferma di attraversare un grandissimo momento di forma e nel lunch match della 20esima giornata di Serie A dilaga 5-0 sul campo del Frosinone trascinata da un super Duvan Zapata, che segna quattro gol (per lui sono 13 nelle ultime 8 partite) e raggiunge CR7 sul trono dei bomber del campionato (di Mancini la rete che ha sbloccato la gara all'11'). Una lezione severa per i padroni di casa, che restano penultimi a quota 10, mentre i nerazzurri iniziano a sentire forte il profumo d'Europa.

Dopo la goleada col Sassuolo e il successo in Coppa Italia, l'Atalanta arriva al Benito Stirpe alla caccia di punti per l'Europa e motivata ad approfittare dei molti problemi di formazione della squadra di Baroni, che deve fare a meno degli squalificati Capuano e Ciano e degli infortunati Ciofani, Ariaudo e Zampano. A centrocampo c'è Molinaro preferito a Beghetto, mentre Gasperini sceglie Djimsiti invece di Palomino e Castagne al posto di Gosens, in mezzo rientra De Roon dopo quasi un mese.

L'avvio è incoraggiante per i padroni di casa, pericolosi sulla destra con Ghiglione, ma è solo un fuoco di paglia, perché l'Atalanta prende subito in mano le redini del gioco e nei primi 10 minuti va due volte vicina al vantaggio con Zapata. Vantaggio che arriva proprio all'11', quando Pasalic pennella un cross perfetto per Mancini, che sale in cielo e di testa firma il quinto gol del suo campionato (solo Kolarov ha segnato quanto lui, ma il giallorossso batte i rigori). Il Frosinone prova a reagire trascinato da una sgroppata di Molinaro, sul cui cross Campbell colpisce male di testa, ma a fare la partita sono sempre i nerazzurri, che producono un grande volume di gioco, giocano in velocità nello stretto e non rischiano quasi mai. I bergamaschi macinano gioco e vanno più volte vicini al raddoppio con Gomez, Pasalic e Zapata, che sul finire della prima frazione segna il 2-0 di testa, eguaglia il suo record personale di reti (11) in campionato realizzato in maglia Sampdoria (per il colombiano 8 partite consecitive a segno) e manda tutti negli spogliatoi per il riposo.

La ripresa si apre senza cambi ed esattamente come si era chiuso il primo tempo, cioè con un gol di Duvan Zapata, che sfrutta un paio di rimpalli fortunati e conclude nell'angolino a tu per tu con Sportiello firmando il 3-0 e l'undicesimo gol personale nelle ultime otto partite giocate. Il tris firmato dal colombiano di fatto chiude il match, il Frosinone ha un sussulto di orgoglio con Pinamonti, ma Zapata è scatenato e non vuole fermarsi: al 20' si fionda come un falco sulla sponda di testa di Hateboer e col destro batte ancora Sportiello siglando il suo 13esimo gol personale in campionato. Passano alcuni minuti e l'attaccante colombiano, con una zampata nel cuore dell'area al 28', raggiunge Cristiano Ronaldo a 14 in cima alla classfica marcatori e completa la sua giornata di gloria segnando anche col sinistro (due gol di testa, uno di destro e uno col mancino). Nei minuti finali del match Gasperini regala la gioia dell'esordio in A al classe 2000 Kulusevski e concede un po' di spazio anche a Reca, fin qui molto poco utilizzato. Con questa vittoria l'Atalanta sale a quota 31 e mette nel mirino il quarto posto che vorrebbe dire Champions League, mentre il Frosinone resta penultimo a quota 10 ed esce tra i fischi dei suoi tifosi.

Mancini 7 - Sempre attento e puntuale in difesa, si sta dimostrando un'arma letake anche in attacco. Quello segnato allo Stirpe è il quinto gol in campionato, come lui soltanto Kolarov, che però batte i calci di rigore.
Pasalic 6,5 - Alza la qualità del centrocampo nerazzurro con la sua tecnica e impreziosisce la sua gara con due assist decisivi, una prestazione convincente utile per convincere l'Atalanta a riscattarlo dal Chelsea. 
Zapata 9 - In gol da otto gare consecutive (con il poker di oggi sono 13 reti), ha eguagliato e superato il suo personale record realizzativo in Serie A stabilito in maglia Sampdoria e ha raggiunto CR7 in cima alla classifica marcatori. Semplicemente decisivo, scatenato, fa la differenza.
Ilicic 5,5 - Forse l'unica nota stonata del pomeriggio dei nerazzurri, non entra quasi mai nel vivo del gioco, sbaglia qualche passaggio di troppo e in generale è poco ispirato.

Campbell 5 - Ancora una gara deludente per l'ex Arsenal, che sbaglia troppi palloni, è poco incisivo e sembra anche fuori forma. Ad inizio anno i tifosi si aspettavano molto da lui, oggi il Benito Stirpe rumoreggia ad ogni suo errore.
Sportiello 6 - Decisamente il migliore dei suoi, salva la porta con grandi interventi almeno in quattro occasioni ed è sempre attento nelle uscite. Incolpevole sui gol subiti

Frosinone-Atalanta 0-5

FROSINONE (3-5-2): Sportiello 6; Brighenti 5, Goldaniga 5, Krajnc 5; Ghiglione 5,5, Chisbah 5,5, Sammarco 5, Valzania 5 (15'st Cassata 5,5), Molinaro 5,5 (10'st Beghetto 6); Campbell 5 (40'st Matarese sv), Pinamonti 6. A disp: Iacobucci, Marcianò, Salamon, Beghetto, Verde, Gori, Cassata, Besea, Matarese, Sammarco. All. Baroni
ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Mancini 7, Djmisiti 6 (38'st Reca sv), Toloi 6; Castagne 6, Pasalic 6,5 (15'st Pessina 6), De Roon 6 (27'st Kulusevski 6), Hateboer 6,5; Gomez 6; D.Zapata 9, Ilicic 5,5. A dsip: Gollini,Rossi, Palomino, Masiello, Pessina, Reca, Castagne, Kulusevski, Tumminello, Barrow. All. Gasperini

Arbitro: Chiffi
Marcatori: 11'pt Mancini, 44'pt, 2'st, 19'st e 28'st Zapata
Ammoniti: Ghiglione, Matarese (F)
Espulsi:

Duván Zapata è solamente il terzo giocatore dell'Atalanta a segnare almeno quattro gol in un singolo match di Serie A dopo Poul Rasmussen e Hans Jeppson (entrambi nel 1952).
Duván Zapata è il primo giocatore dell'Atalanta a segnare in sette partite di fila in Serie A a partire da quando Opta raccoglie questo tipo di dato (dal 1994/95).
Duván Zapata ha segnato 13 gol con gli ultimi 15 tiri nello specchio in campionato.
Con questo poker di reti Duván Zapata ha realizzato 14 gol in questo campionato, record per lui in una singola stagione di Serie A.
A partire da inizio novembre 2018 Duván Zapata ha segnato 14 reti in Serie A in 10 match, più di qualsiasi altro giocatore nei cinque maggiori campionati europei nel periodo.
Duván Zapata è il primo giocatore a segnare due reti di testa, una di destro ed una di sinistro nel corso dello stesso match di Serie A a partire da quando Opta raccoglie questo tipo di dato (dal 2004/05).
L'Atalanta è la squadra che ha segnato più reti di testa in questo campionato (otto), ben tre nel corso di questo match.
Atalanta e Roma sono le due squadre che hanno segnato maggiormente con i propri difensori nei cinque maggiori campionati europei in corso (12 reti entrambe).
Gianluca Mancini è il difensore più giovane ad aver segnato almeno quattro gol nei cinque maggiori campionati europei in corso (cinque reti per lui).
Gianluca Mancini e Aleksandar Kolarov sono i due difensori che hanno segnato maggiormente in questa stagione nei cinque maggiori campionati europei (cinque gol entrambi).
A partire dal 20 ottobre 2018 l'Atalanta ha segnato 35 reti in 12 partite di campionato, record in Serie A nel periodo.
Per la seconda volta in Serie A il Frosinone ha perso con cinque gol di scarto (la prima sempre per 0-5 contro la Sampdoria a settembre).

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments