Fiorentina-Napoli 2-2

Serie A: Kvaratskhelia tiene il Napoli in gioco per le coppe, al Franchi è 2-2

Gli azzurri rischiano grosso, subendo l'uno-due viola con Biraghi e Nzola nel finale del primo tempo, ma restano vivi per l'Europa: decisivo Kvara con una strepitosa punizione

  • A
  • A
  • A

La 37a giornata della Serie A si apre all'insegna dello spettacolo. Fiorentina e Napoli non si danno tregua e pareggiano 2-2 in un match ricco d'emozioni, che mantiene gli ex campioni d'Italia (flebilmente) in corsa per le coppe. Apre le danze Rrahmani (8') su azione da corner, ma i viola ribaltano i giochi con Biraghi (40') e Nzola (42'): serve una strepitosa punizione di Kvara (57') per salvare i partenopei, che sfiorano anche la vittoria nel finale. 

LA PARTITA

Fiorentina e Napoli si danno battaglia in quella che è una sfida chiave nella corsa all'Europa, ma non si fanno male: è 2-2 al Franchi, un risultato che fornisce ancora qualche piccola speranza ai ragazzi di Calzona. Gli ex campioni d'Italia sono privi di Osimhen e Di Lorenzo, ma iniziano la gara col piede giusto. Sul corner di Politano, Rrahmani approfitta della marcatura morbida di Martinez Quarta e sigla il vantaggio: è 1-0 dopo otto minuti. La prima parte di gara è un monologo del Napoli, che abbassa la tensione intorno alla mezz'ora. Beltran scuote la Fiorentina, che in seguito ribalta completamente la sfida nell'arco di due minuti. Tutto inizia con la punizione di Biraghi, un sinistro perfetto che non lascia scampo a Meret: traversa e gol per l'1-1 al 40', con la quattordicesima rete in viola per il capitano.

Passano due minuti e il Napoli si fa del male da solo, con un pallone sanguinoso sbagliato da Politano e recuperato da Nzola: l'angolano si invola e colpisce in gol con un perfetto rasoterra, è 2-1 al 42'. Nella ripresa Nico Gonzalez sfiora il tris e gli ospiti accarezzano il pari, che viene raggiunto al 57': Kvaratskhelia si prende la responsabilità della punizione e calcia al sette per il 2-2, salendo a 11 gol e 8 assist in una Serie A anonima per gli azzurri. La Fiorentina accusa il colpo e rischia, col palo colpito da Politano, dunque Italiano reagisce: fuori Kouamé e Nzola, dentro Ikoné e Belotti. I suoi hanno una potenziale chance su rigore, ma il Var rivede e corregge l'arbitro: non c'è fallo sul Gallo. Nel finale c'è solo il Napoli, che spinge e sfiora il gol-vittoria con Raspadori. Finisce dunque 2-2 al Franchi, nell'ultima della Fiesole con l'attuale conformazione. La Fiorentina resta così a 54 punti ed in ottava posizione, a +2 sui partenopei (52): il Toro (50) potrebbe scavalcarli e trasformare la corsa alla Conference in una lotta a tre. 

LE PAGELLE 

Biraghi 6.5 - La sua punizione è perfetta per arco e parabola: traversa e gol, non poteva segnare altrimenti da quella posizione. Per il resto, trova una prestazione solida, nonostante il nullo aiuto di Kouamé nella fase difensiva. 
Nzola 6.5 - Italiano lo rilancia tra i titolari e l'ex Spezia, suo pupillo, risponde presente: palla rubata al Napoli e perfetto tiro per il 2-1. Nella ripresa si eclissa dal gioco e viene sostituito. 
Martinez Quarta 5.5 - Si perde Rrahmani nell'azione del gol e, in generale, sembra meno centrato rispetto alle precedenti gare. Pecca anche nel possesso palla e nella prima costruzione, non è da lui.

Kvaratskhelia 7 - In una stagione opaca per il Napoli e (parzialmente) anche per lui, sale a quota 11 gol e 8 assist in Serie A. Un dato che ben esemplifica la sua importanza per gli azzurri. Strepitosa la sua punizione, che sublima una gara da immarcabile. 
Politano 6 - Croce e delizia. Da un lato serve l'assist del vantaggio azzurro, con un perfetto calcio d'angolo, dall'altro perde il pallone che manda la Fiorentina in vantaggio. Nella ripresa colpisce un palo.
Cajuste 5 - Per ritmi e intensità si conferma un corpo estraneo al nostro campionato. Fatica a trovare la posizione e a supportare la manovra, molto macchinoso anche in marcatura. E rimedia un giallo evitabile. 

IL TABELLINO

FIORENTINA (4-2-3-1) - Terracciano 6; Dodô 6.5, Martinez Quarta 5.5, Milenkovic 6, Biraghi 6.5 (33' st Parisi 6); Arthur 6 (44' st Lopez sv), Bonaventura 6; Nico Gonzalez 6, Beltran 6 (33' st Mandragora 6), Kouamé 5.5 (21' st Ikoné 5.5); Nzola 6.5 (21' st Belotti 6). A disposizione: Martinelli, Christensen, Ranieri, Castrovilli, Infantino, Faraoni, Duncan, Kayode, Comuzzo, Barak. All. Italiano.
NAPOLI (4-3-3) - Meret 5.5; Mazzocchi 6, Rrahmani 6, Østigard 6, Olivera 5.5; Anguissa 5.5, Lobotka 6, Cajuste 5; Politano 6 (31' st Ngonge 6), Simeone 5.5 (31' st Raspadori 6), Kvaratskhelia 7 (41' st Lindstrøm sv). A disposizione: Contini, Idasiak, Natan, Juan Jesus, Traoré, Dendoncker. All. Calzona. 
Arbitro: Marchetti. 
Marcatori: 8' Rrahmani (N), 40' Biraghi (F), 42' Nzola (F), 12' st Kvaratskhelia (N).
Ammoniti: Kvaratskhelia (N), Cajuste (N), Mandragora (F). 

LE STATISTICHE OPTA

  • Cristiano Biraghi (due reti e tre assist in questo campionato) è l'unico difensore ad aver contribuito ad almeno cinque gol in ciascuna delle ultime otto stagioni dei cinque maggiori campionati europei.
  • Dal 2021/22, solo James Ward-Prowse (sette) ha segnato più gol su punizione diretta rispetto a Cristiano Biraghi (sei) nei cinque maggiori campionati europei.
  • Matteo Politano, insieme a Gianluca Scamacca, è il giocatore italiano che ha partecipato a più gol in questa Serie A: 15, otto reti e sette assist per l’esterno del Napoli.
  • Khvicha Kvaratskhelia (11 gol e sei assist in questo campionato) è uno dei due giocatori, insieme a Paulo Dybala, ad aver segnato più di 10 gol e servito più di cinque assist in ciascuna delle ultime due stagioni di Serie A.
  • Era dal 18 aprile 2018 in Fiorentina-Lazio che entrambe le squadre non segnavano un gol su punizione diretta nello stesso match di Serie A (Veretout e Luis Alberto in quel caso).
  • Da quando il Napoli è tornato in Serie A (2007/08) Matteo Politano (otto reti e sette assist in questo campionato) è il terzo giocatore italiano ad aver partecipato ad almeno 15 gol in una singola stagione nella massima serie coi partenopei dopo Fabio Quagliarella (una volta) e Lorenzo Insigne (sei volte).
  • Per la seconda volta nella sua storia, il Napoli ha subito gol per 16 gare consecutive di Serie A (17 tra agosto 1997 e gennaio 1998).
  • Matteo Politano ha preso parte a 15 gol in questo campionato (otto reti e sette assist), record per lui in una singola stagione di Serie A (superati i 14 del 2017/18).
  • Da inizio febbraio, solo Paulo Dybala (10) ha partecipato a più gol di Khvicha Kvaratskhelia in Serie A (nove, sei reti e tre assist).
  • Dal 2020/21 Amir Rrahmani (10 reti) è uno degli unici due difensori centrali ad aver segnato almeno 10 gol in Serie A, insieme a Bremer (15).
  • Nel 2024, nessun difensore ha realizzato più gol di Amir Rrahmani in Serie A (tre come Théo Hernández).
  • Da inizio febbraio il Napoli, insieme alla Juventus, è una delle due squadre che ha pareggiato più partite in Serie A (otto).
  • Tutti i tre gol di M'Bala Nzola in questo campionato sono arrivati in gare casalinghe.
  • Dei 25 gol di Khvicha Kvaratskhelia con il Napoli tra tutte le competizioni quello di questa sera è il 1° su punizione diretta.
  • Il Napoli non ha vinto sei partite di fila in Serie A (4N, 2P) per la prima volta dal periodo tra ottobre-dicembre 2019, (otto in quel caso)
  • Cristiano Biraghi ha raggiunto le 250 partite con la maglia della Fiorentina considerando tutte le competizioni.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti