Serie A, dallo scudetto alla retrocessione: i "verdetti" del girone di andata

Juventus irraggiungibile, Inter-Napoli poi il vuoto. Dietro è bagarre salvezza

  • A
  • A
  • A

L'ultima giornata di campionato del 2018 ha portato anche alla chiusura del girone di andata, regalando i primi verdetti (da prendere con le pinze, visto che siamo solo al giro di boa) di questa stagione di Serie A. Se non si può parlare di vera e propria lotta scudetto, visto che la Juventus fa corsa a sé, Inter-Napoli si prenotano come insegutrici poi almeno sette squadre sognano il quarto posto e in fondo alla classifica il Chievo sogna il ribaltone. 

La Juventus dei record non perde neppure una partita e chiude il 2018 a nove punti di distanza dal Napoli, ancora una volta prima alternativa credibile ai bianconeri. Nulla sembra poter fermare la corsa della squadra di Massimiliano Allegri verso l'ottavo scudetto consecutivo, neanche il grande obiettivo della Champions League, visto il vantaggio accumulato. E con un Cristiano Ronaldo così, ogni speranza per le inseguitrici diventa vana...

La classifica: Juventus 53 punti

Napoli e Inter sono divise da cinque punti ma, come ha raccontato il recente confronto diretto, più vicine di quel che sembri. Ad ogni modo, sono salde al secondo e terzo posto con, rispettivamente, 13 e 8 punti di distacco dal quinto. La bagarre per la quarta piazza è invece entusiasmante: Torino e Fiorentina ci fanno un pensierino, potenzialmente possono sognare nove squadre, Parma compreso, ma è più credibile limitare la corsa fino all'Atalanta. Ad oggi ci sarebbe la Lazio nell'Europa dei grandi ma Milan (con progetti di mercato interessanti, da Paquetà a Muriel) e Roma (in risalita) scalpitano.

La classifica: Napoli 44 punti, Inter 39, Lazio 32, Milan 31, Roma 30, Sampdoria 29, Atalanta 28, Torino 27, Fiorentina 26

Il discorso riprende quasi in toto quello fatto per la Champions League perché chi rimarrà fuori dal quarto posto fatalmente ricadrà tra quinta e sesta posizione (ma attenzione alla variabile Coppa Italia: chi alza il trofeo e non arriva tra le prime sei, avrà un posto in Europa League. Se la vincitrice è tra le prime sei del campionato, in coppa ci andrà anche la settima).

Al momento Sassuolo e Parma (se non considerate nella lotta all'Europa) sono tranquille all'11° e 12° posto ma anche Cagliari e Genoa, con +7 punti sulla terzultima possono chiudere serenamente il 2018. Dall'Udinese in giù, la lotta si fa più serrata: ci sono quattro squadre (friulani, Spal, Empoli e Bologna) in cinque punti poi il Frosinone a quota 10 e il Chievo chiude la classifica a 8. Ma i veronesi sembrano i più in forma, vedi vittoria di ieri e pari contro l'Inter, e se ottenessero uno sconto sulla penalizzazione allora rientrerebbero in pieno gioco.

La classifica: Sassuolo e Parma 25 punti, Cagliari e Genoa 20, Udinese 18, Spal 17, Empoli 16, Bologna 13, Frosinone 10, Chievo (-3) 8.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments