SI RIPRENDE

Riparte la Serie A: i principali temi della 3.a giornata

Sarri pronto a tornare in panchina, Miha non ci sarà. E nell'Inter scalpita Sanchez

  • A
  • A
  • A

Dopo la sosta per gli impegni delle nazionali (qualificazioni a Euro 2020 e amichevoli), la Serie A è pronta a ripartire. Ad aprire la terza giornata, la sfida del Franchi tra Fiorentina e Juventus: Sarri, dopo la polmonite che lo ha costretto ad assistere dalla tribuna alle prime due uscite, è pronto al debutto ufficiale sulla panchina bianconera. Nella Viola prima da titolare di Ribery. Nell'Inter scalpita Alexis Sanchez, favorito su Lautaro Martinez. mentre Mihajlovic è rientrato in ospedale per proseguire le cure e non sarà in panchina contro il Brescia. Vediamo nel dettaglio i principali spunti della giornata.

FIORENTINA-JUVENTUS
Ad aprire la terza giornata di Serie A è la sfida tra le grandi nemiche Fiorentina e Juventus. Montella, ancora a caccia dei primi punti, è pronto a lanciare Ribery dal 1' insieme a Chiesa e Boateng. La novità più grande in casa Juve è il ritorno in panchina di Sarri dopo la polmonite. Ronaldo, reduce dal poker in Nazionale, è in forma strepitosa: lo spettacolo è garantito.

NAPOLI-SAMPDORIA
Dopo la cocente sconfitta con la Juve, Ancelotti cerca il pronto riscatto contro una Sampdoria in crisi nera. In attacco sembra arrivata l'ora di Lozano, pronto al debutto da titolare. Il messicano spinge Insigne (non al meglio). L'inizio campionato di Di Francesco è stato da incubo e una nuova debacle (dopo quelle con Lazio e Sassuolo) potrebbe già mettere in discussione la sua panchina.

INTER-UDINESE
Nell'anticipo serale di San Siro, l'Inter vuole dare continuità all'ottimo avvio di stagione. Dopo la manciata di minuti contro il Cagliari, Godin è pronto a prendersi il suo posto nei tre di difesa che ritrova anche De Vrij, mentre in attacco dovrebbe scoccare l'ora di Alexis Sanchez: Lautaro (tripletta con l'Argentina) è in grande forma, ma arriverà a Milano dopo un interminabile volo trans-oceanico, mentre il cileno è rientrato prima e scalpita.

GENOA-ATALANTA
Quattro punti in due partite: la cura Andreazzoli funziona già e l'abulico e brutto Genoa della passata stagione sembra solo un ricordo. Contro l'Atalanta, il tecnico del Grifone va a caccia di conferme puntando sulla baby coppia Pinamonti-Kouamé (41 anni in due). Di fronte un'Atalanta reduce dalla brutta sconfitta con il Toro e che settimana prossima farà il suo storico esordio in Champions League: Gasperini dovrà essere bravo a gestire le energie, soprattutto nervose, dei suoi ragazzi.

BRESCIA-BOLOGNA
Il Brescia deve ancora fare a meno di Balotelli, che deve ancora scontare 2 turni di squalifica, ma ritrova il suo pubblico. Venerdì è in agenda il sopralluogo finale per il via libera all'utilizzo dello stadio Rigamonti. In casa Bologna l'assenza più pesante sarà in panchina: Mihajlovic è rientrato in ospedale per proseguire le cure contro la leucemia e contro le Rondinelle la squadra sarà guidata dal vice Tanjga.

PARMA-CAGLIARI
Dopo la sconfitta con la Juve, il Parma si è prontamente riscattato a Udine. Contro il Cagliari potrebbe scoccare l'ora del debutto per Darmian. I sardi, che hanno perso due gare casalinghe di fila contro Brescia e Inter, non possono sbagliare: Maran spera che Nainggolan dia la scossa e che Simeone si sblocchi.

SPAL-LAZIO
La stagione dei padroni di casa è partita con il piede sbagliato, con due sconfitte contro Atalanta e Bologna. Per i tifosi del Mazza sarà una giornata speciale, perché da avversario torna per la prima volta Manuel Lazzari, 6 stagioni indimenticabili a Ferrara e grande protagonista nelle promozioni e soprattutto nelle ultime due splendide salvezze. In casa Lazio c'è gran voglia di riscattare il beffardo pareggio nel derby: Immobile, che dopo due anni si è sbloccato in Nazionale, ha il piede caldo.

ROMA-SASSUOLO
Paulo Fonseca contro il Sassuolo va a caccia della prima vittoria nel nostro campionato. Il lavoro del tecnico portoghese è condizionato dai tanti infortunati (Under solo l'ultimo della lista) : gli ultimi arrivati Mkhitaryan (galvanizzato dalla doppietta con l'Armenia contro la Bosnia di Dzeko) e Smalling sono pronti al debutto. Il Sassuolo ha un asso nella manica: l'ex Defrel che dovrebbe partire dalla panchina.

VERONA-MILAN
 I tre punti contro il Brescia hanno dato un po' di fiato a Giampaolo, ora atteso dalla 'Fatal Verona': è l'occasione giusta per Piatek per sbloccarsi, mentre Rebic dovrebbe avere spazio nella ripresa. I padroni di casa sono partiti bene (4 punti in saccoccia) e sognano il primo scalpo eccellente.

TORINO-LECCE
I granata fanno compagnia a Juventus e Inter in cima alla classifica e contro il Lecce vogliono continuare a respirare i piani altissimi, dimostrando di non soffrire di vertigini. Mazzarri lancia Verdi come compagno di Belotti in attacco e ritrova Iago Falque. I salentini sono ancora a quota zero (sia come punti che come gol) e promettono di vendere cara la pelle: Farias rientra dalla squalifica e affiancherà Lapadula per provare a sconfiggere il mal di gol

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments