LA SCADENZA

Indice di liquidità: anche la Lazio ha depositato la documentazione

Tutti i club del massimo campionato hanno depositato la documentazione richiesta per l'iscrizione alla Serie A

  • A
  • A
  • A

Tutti i club di Serie A hanno depositato la documentazione richiesta per la verifica del contestato indice di liquidità (rapporto tra attività disponibili e debiti a breve termine), calcolato sulla base della situazione patrimoniale al 31 marzo 2022. Ultima, in ordine di tempo, la Lazio di Claudio Lotito, che ha depositato la documentazione via pec. Nonostante il ricorso inoltrato dal presidente della Lega di Serie A, Lorenzo Casini, tutti i club del massimo campionato hanno dunque ottemperato a quanto richiesto dalla Federcalcio.

Ora spetta alla Covisoc vagliare le singole situazioni. Ad un primo esame per molte squadre la situazione sarebbe a posto. In ogni caso, laddove dovessero emergere situazioni non in linea con i parametri richiesti, le società hanno tempo fino al 22 giugno per regolarizzare la loro situazione economica e riportare l'indice di liquidità nei termini previsti.

L'indice di liquidità è stato introdotto dall'ultimo Consiglio Federale come "primo impegno - aveva dichiarato Gravina - di un programma pluriennale verso il risanamento del calcio italiano" ed è condizione necessaria per l'iscrizione al prossimo campionato.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti