Strootman squalificato per 2 turni

Cataldi fermato un turno. Inibizione per Nedved, diffida per Paratici

  • A
  • A
  • A

Due turni di squalifica per Kevin Strootman, uno per Danilo Cataldi. E' questo il verdetto del giudice sportivo dopo il parapiglia scatenatosi dopo l'1-0 dei giallorossi nel derby. Il direttore di gara aveva sì ammonito l'olandese della Roma per il lancio dell'acqua contro l'avversario, ma la squalifica arriva per la simulazione dopo lo strattone del laziale. Un turno anche per Di Gennaro, Pulgar, Ansaldi, Crisetig, Kucka, Rosi e Tomovic.

Strootman non ci sarà contro Milan e Juventus: è questo il verdetto del giudice sportivo che grazie alla prova tv ha fermato per due turni il centrocampista della Roma, reo di aver accentuato la caduta dopo lo strattone datogli da Cataldi: il giocatore della Lazio aveva reagito dopo che l'olandese lo aveva provocato, lanciandogli dell'acqua addosso durante l'esultanza per l'1-0 nel derby. Ecco cosa riporta il comunicato del giudice sportivo, che ha tenuto conto dell'ammonizione che comunque Strootman aveva rimediato appunto per l'esultanza.

le immagini televisive, come sopra accennato, consentono di apprezzare, oltre ogni ragionevole dubbio, che la caduta dello Strootman in seguito alla trattenuta è frutto di evidente simulazione da parte del medesimo calciatore.
La squalifica arriva dunque perché la simulazione di Strootman ha convinto l'arbitro Banti a cacciare Cataldi (in quel momento in panchina). Per questo il laziale viene punito soltanto con una giornata di stop.

La Roma ha deciso di presentare ricorso contro le due giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo a Kevin Strootman. L'obiettivo di club giallorosso è quello di riavere a disposizione il centrocampista olandese per le prossime gare con Milan e Juventus, o almeno per lo scontro diretto di Torino contro i bianconeri.

Non si è fatta attendere la risposta della società giallorossa che dopo aver fatto ricorso d'urgenza ha affidato al proprio direttore generale Mauro Baldissoni la replica, attraverso Radio Radia: "È la prima volta che vediamo un'applicazione del genere per un caso di questo tipo. Prima di due gare come quelle contro Milan e Juventus non è accettabile. Attendiamo gli atti entro domani per presentare quanto prima un ricorso, già entro venerdì. Faremo tutto il possibile per difenderci, chiediamo ai tifosi di starci vicino". Secondo il dg "quanto riportato dal giudice è abbastanza discutibile, si è applicata la prova tv per una simulazione che ha portato ad una espulsione. L'olandese si è sentito tirare e quindi si è buttato a terra non sapendo cosa stesse accadendo, sfido chiunque a fare il contrario. Un secondo dopo era già in piedi. I confini della giustizia sportiva vengono ampliati sulla pelle della Roma. Stiamo per affrontare la seconda e la prima della classe e subiamo una squalifica inattesa".

Nel comunicato del giudice sportivo anche le sanzioni nei confronti dei dirigenti. Stefano Derkum, della Lazio, è stato ammonito con diffida "per avere, al 27' del secondo tempo contestato platealmente, urlando con veemenza, una decisione arbitrale".<

Ma arrivano sanzioni anche per due dirigenti della Juventus, che si sono scagliati contro l'arbitro Irrati durante l'intervallo e al termine di Juventus-Atalanta. In particolare, ammonizione con diffida per Fabio Paratici, "per avere, al termine del primo tempo, negli spogliatoi assunto un atteggiamento irrispettoso nei confronti del Direttore di gara".

Più pesante la sanzione per Pavel Nedved, inibito a svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell'ambito federale fino a tutto il 12 dicembre 2016 "per avere proferito, al termine della gara, al rientro negli spogliatoi frasi offensive nei confronti del Direttore di gara".

Due giornate: Kevin Strootman (Roma)

Una giornata: Danilo Cataldi (Lazio), Davide Di Gennaro (Cagliari), Erick Antonio Pulgar (Bologna), Cristian Ansaldi (Inter), Lorenzo Crisetig (Crotone), Juraj Kucka (Milan), Aleandro Rosi (Crotone), Nenad Tomovic (Fiorentina).

Ammenda di 1.000 € per Diego Farias Da Silva (Cagliari): per avere, al 40' del secondo tempo, mentre era posizionato sulla scala d'accesso agli spogliatoi assunto un atteggiamento irriguardoso nei confronti di un rappresentante della procura federale.

Ammenda di € 2.500,00 alla Sampdoria "per avere suoi sostenitori, al 17° del primo tempo, intonato cori insultanti nei confronti del Direttore di gara".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments