Buoni e Cattivi: a Ronaldo il premio "bullo di periferia"

La nuova BBC è sorprendentemente... del Torino

di
  • A
  • A
  • A

Spettacolo pochino, intensità molta, tre punti alla Juve, zero al Torino, un rigore sacrosanto concesso ai bianconeri, due possibili/dubbi negati ai granata: buon peso, almeno uno Guida (tra la spinta di Matuidi a Belotti in volo e il corpo a corpo di Alex Sandro su Zaza) avrebbe potuto concederlo... Intanto si allunga la striscia nera di Cairo che da presidente del Toro ha vinto un derby su 19 perdendone 16. Per Mazzarri allenatore del Toro un tris: tre giocati, tre persi.

PREMIO SIGNORA DEI RECORD - Sedici partite, 46 punti su 48. Gli unici due lasciati per strada in campionato sono quelli dell'1-1 imposto dal Genoa allo Stadium. Non propriamente una Juventusiasmante, quella vista al Grande Torino. Ma terribilmente pratica. Comunque, una Juve da Euro-record.

PREMIO NO BRAIN - Partita strana, quella di Zaza. Momenti di sonno profondo alternati a fiammate di furore agonistico. Non sempre con il cervello collegato. Una di queste è stata fatale: quel passaggio indietro al portiere che ha provocato il rigore di Ichazo su Mandzukic (vogliamo dare delle percentuali di errore? Allora facciamo 65 per cento di Zaza e 35 di Ichazo, che esita ad andargli incontro).

PREMIO CAPITANO CORAGGIOSO - Agli over 40 la prova-derby di Belotti ha ricordato molto quelle di Ciccio Graziani anni Settanta. Era ovunque, con generosità e coraggio. In difesa a dare una mano, in mezzo al campo, all'ala fornendo cross (qui, forse, c'è qualcosa che tatticamente non quadra...), nel cuore dell'attacco a fare a sportellate con la difesa bianconera. Pochi tiri in porta, un paio. Vabbè. Ma almeno a questo giro è un dettaglio.

PREMIO NUOVA BBC - C'era una volta il trio Bonucci, Barzagli, Chiellini. Da applausi la muraglia difensiva granata con, da destra, Djidji, Nkoulou e Izzo. Il trio meraviglia della Juve (Cristiano Ronaldo, Mandzukic, Dybala) nel derby rimane all'asciutto. Almeno su azione...

PREMIO BULLO DI PERIFERIA - Non c'è grande feeling tra CR7 e i portieri del campionato italiano. Alla prima di campionato il portoghese aveva dato una tranvata a Sorrentino senza scusarsi e accertarsi delle sue condizioni. Dopo aver trasformato (a fatica) il rigore decisivo del derby, quasi parato da Ichazo, ha bulleggiato il portiere uruguagio del Toro prendendosi un sacrosanto cartellino giallo. Lo avesse fatto un Balotelli, tanto per dire, staremmo qui a fare processi infiniti...

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments