SERIE A

Serie A, riparte la sfida a distanza tra Napoli e Milan

Gli azzurri ospitano l'Empoli per continuare a volare, i rossoneri provano a restare a distanza ravvicinata

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Sospesi tra il fortunato sorteggio Champions degli ottavi e l'incombenza di un Mondiale che fermerà necessariamente la corsa di entrambe, Napoli e Milan tornano in campo per il 14.imo turno di Serie A e continuano la sfida scudetto a distanza. Spalletti, a caccia della decima vittoria consecutiva in campionato e forte dei sei punti di vantaggio sui rossoneri, attende l'Empoli al Maradona e, ancora senza Kvaratskhelia, si affiderà quasi certamente a Raspadori in attacco con Osimhen e Politano. Pioli, dal canto suo, se la vedrà in trasferta contro la Cremonese e sembra intenzionato a dare un turno di riposo a Leao in vista della sfida sulla carta più complicata di domenica contro la Fiorentina.

Ma andiamo con ordine e partiamo dalla capolista. Reduce dal successo di Bergamo contro l'Atalanta - quarto scontro diretto su quattro vinto in trasferta -, il Napoli non sembra in questo momento poter avere avversari. L'Empoli, insomma, non ha l'aria di poter essere un ostacolo insormontabile anche se, va detto, gli unici due pareggi di questa stagione quasi perfetta degli azzurri sono arrivati contro avversarie di secondo piano come Fiorentina e Lecce. Questo non toglie che ogni pronostico porta verso un successo del Napoli che ha già dimostrato, proprio contro i bergamaschi, di saper superare assenze importanti come quella di Kvaratskhelia - e prima ancora di Osimhen a lungo, ndr - senza perdere mai di brillantezza e pericolosità. D'altro canto l'Empoli, fresco di vittoria contro il Sassuolo, non starà certo a guardare e proverà a fare il possibile per tamponare lo strapotere della banda di Spalletti affidandosi in attacco a Satriano e a uno tra Lammers e Cambiaghi. 

Non molto differente la situazione del Milan, anche se i rossoneri non hanno sempre mostrato in questa stagione la brillantezza del Napoli. A Cremona, contro l'unica squadra di Serie A ancora a secco di vittorie, Pioli dovrebbe limitare a Rebic per Leao le scelte dettate dal turnover. Gli squalificati Theo Hernandez e Giroud saranno sostituiti rispettivamente da Ballo Touré e Origi, al centro della difesa sarà Kjaer ad affiancare Tomori, con Kalulu ancora a destra, mentre sulla trequarti il ballottaggio tra Diaz e De Ketelaere sembra pendere verso lo spagnolo. In mediana ci saranno Bennacer e Tonali. 

Inutile dire che il Milan non può assolutamente permettersi passi falsi. I sei punti di distacco sono un margine che non lascia alcuna possibilità di nuovi errori. Perché se questo Napoli scappa, non lo prende più nessuno.  

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti