L'ANALISI

Napoli, il fantasma di Benitez si insinua nei pensieri di Gattuso

Troppe sconfitte per gli azzurri e AdL vuole risposte sul campo. Ma dal passato riemerge lo spagnolo

  • A
  • A
  • A

La firma sul rinnovo del contratto, annunciata ormai da tempo, non arriva. Le sconfitte in Italia, invece, quelle sì. Siamo già a quota sette se si include anche quella nella Supercoppa italiana, per il Napoli di Gennaro Gattuso. Troppe davvero per una squadra che era tra le candidate per lo scudetto e che invece non è ancora riuscita a dare continuità ai sui risultati, tra roboanti successi e tonfi clamorosi.

Una situazione che, oggi, mette in discussione anche la panchina dello stesso Gattuso oltre alla posizione del ds Cristiano Giuntoli. Aurelio de Laurentiis è uno che concede troppe occasioni di riscatto e per questo il clima a Castel Volturno non è dei più sereni. Il presidentissimo è furioso e dopo aver giustificato la squadra in seguito alla sconfitta con la Juve, non è più disposto a fare lo stesso.

Vedi anche Napoli, Gattuso: "Nella ripresa ci siamo fatti mangiare, la responsabilità è mia" napoli Napoli, Gattuso: "Nella ripresa ci siamo fatti mangiare, la responsabilità è mia" Anche perché ha iniziato a insinuarsi il fantasma di Rafa Benitez. Lo spagnolo ha da poco lasciato i cinesi del Dalian ed è ufficialmente libero. Il suo nome è stato accostato alla Roma e soprattutto al Celtic, ma a Napoli più di un tifoso lo riabbraccerebbe volentieri anche perché l'idillio con Gattuso ha subìto una brusca frenata. L'impressione è che anche diversi calciatori che hanno già lavorato con lui in azzurro, da Koulibaly a Insigne, passando per Mertens e Ghoulam, sarebbero felici di un suo ritorno sotto il Vesuvio dopo l'esperienza 2013-2015 fruttata una Supercoppa italiana e una Coppa Italia.

In realtà, al momento, non c'è aria di ribaltoni, ma le prossime settimane saranno decisive. AdL vuole risultati e risposte concerete dal campo, ma anche lo stresso Gattuso chiede alla società certezze su obiettivi e progetto. Se non arriveranno, allora tutto è davvero possibile.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments