Calcio ora per ora

napoli, Calzona: "lascio. la mia professionalità non ripagata dai risultati"

  • A
  • A
  • A
Ora per ora placeholder

"E' l'annata, e' stata una partita sulla falsariga delle altre. Mi dispiace molto per i tifosi". Cosi' a Dazn, il tecnico del Napoli, Francesco Calzona, dopo il pareggio contro il Lecce, nell'ultima partita di campionato. "I tifosi hanno fatto una protesta civilissima, c'e' poco da dire, ci hanno aiutato fino all'ultimo per raggiungere obiettivi importanti nonostante prestazioni non di livello. Ai tifosi non possiamo dire niente Di Lorenzo? E' un professionista serio e un grande giocatore, ho avuto un ottimo rapporto, ha fatto il capitano con me. Ho solo belle parole verso di lui perche' se lo merita. Lui ha dato il 100% ed e' dispiaciuto per l'annata negativa. Sono tanti i giocatori che hanno dato tutto, la stagione e' stata tutta negativa per tutti ma sotto il profilo dell'impegno non ho da dire nulla", ha aggiunto. "La prima cosa che si guarda sono i risultati, io ce l'ho messa tutta. La squadra ha provato a seguirmi, si sono sempre allenati a 200 km all'ora. Ci sono stati confronti ma tutti mi hanno portato rispetto, penso di lasciare professionalita' che non e' stata ripagata dai risultati. Ho sentito dire che non alleno la squadra, io li chiamo dei 'gossippari'. Mi dispiace, per mantenersi uno stipendio c'e' chi ha bisogno di gente che 'clicca'. Accettiamo anche questo, in un'annata negativa, nella mia gestione non e' successo niente", ha sottolineato. "Il futuro? Dal 19 febbraio che il 26 maggio sarei tornato alla nazionale slovacca, indipendentemente da come sarebbero stati i risultati. Non rinnego niente, lo rifarei per il Napoli altre cento volte. Da domani pensero' alla Slovacchia e all'Europeo", ha concluso.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti