LA LUCE

Milan, fine del calvario per Caldara? Durante la sosta torna in gruppo

Il difensore ha collezionato solo due partite ufficiali in rossonero nell'ultimo anno

  • A
  • A
  • A

Partite ufficiali con la maglia del Milan: due, una in Europa League contro il Dudelange e una, l'ultima, in Coppa Italia contro la Lazio. Mattia Caldara sta vivendo un incubo sportivo che, se la fortuna finalmente lo vorrà, sembra essere prossimo alla fine. Il difensore cresciuto nell'Atalanta, fuori per infortunio praticamente da un anno, è pronto a rientrare ad allenarsi con il gruppo durante la sosta per poi mettersi a disposizione di Giampaolo.

Una novità per il tecnico rossonero, un'arma in più per la fase difensiva del Milan che in casa del Genoa - in un match delicatissimo - dovrà affidarsi a Duarte vista la squalifica di Musacchio. Dietro il brasiliano per ora c'è il giovane Gabbia, ma dopo la sosta - gradualmente - potrebbe farsi largo la figura di Caldara per formare quella coppia di centrali con Romagnoli che per ora i tifosi rossoneri hanno solo assaporato durante l'estate 2018. Dovevano essere i centrali per i prossimi 10 anni del Milan e della Nazionale, poi però la sfortuna si è accanita sull'ex Atalanta.

L'ultima gara ufficiale di Caldara risale al 24 aprile, poi però a inizio maggio è stato sottoposto a un intervento per la ricostruzione del legamento crociato lesionato in allenamento dopo che nei mesi precedenti era stato ai box per dei problemi al tendine d'Achille. Un infortunio dietro l'altro, sempre quando il rientro sembrava ormai prossimo.

Ora l'ennesimo rientro in gruppo, il primo agli ordini di Giampaolo durante la sosta. Dopo qualche allenamento con la squadra, Caldara dovrebbe giocare qualche partita con la Primavera per poi - con tutti gli scongiuri del caso - diventare un'arma in più per la difesa del Milan.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments