L'INTERVISTA

"Elliott ha finanziato il Milan per venderlo a una terza parte"

Il numero uno del Lille, club "controllato" dal fondo Usa, al Financial Times: "Da noi guadagnano, con i rossoneri invece..."

  • A
  • A
  • A

Nel mare di notizie che si rincorrono - e vengono prontamente e immediatamente smentite - sul futuro della proprietà del Milan non poteva mancare l'opinione di Gerard Lopez, azionista all'80% del Lille, società "controllata" dal fondo Elliott  dopo la concessione, circa due anni fa, di un prestito da 140 milioni servito a coprire le perdite ed evitarne il fallimento. Da quel momento, in effetti, il club francese ha fatto registrare importanti e significativi utili e questo spiega in parte le parole rilasciate da Lopez al Financial Times sui Singer e sul club rossonero. Eccole: "Elliott - ha spiegato - ha finanziato il Milan per venderlo successivamente a una terza parte. Invece ha finanziato questo club per iniziare un programma di investimento nei giocatori, creando valore, vendendone alcuni ma tenendone altri per far crescere il Lille, credendo nella bontà del modello di business francese".

E ancora: "Il Lille ha realizzato un guadagno netto dai trasferimenti di 200 milioni negli ultimi due anni. Se non siamo i più bravi al mondo, siamo nei primi 4-5 club". Come dire, qui Elliott sa di poterci guadagnare, mentre al Milan questo non è possibile. Il che, ovviamente, non sposta una virgola nella complessa situazione attuale del Diavolo, impegnato in un gennaio in cui probabilmente verrà rivoluzionata la rosa - molti giocatori potenzialmente in partenza oltre ai tre, Caldara, Reina e Borini, già usciti - e nella lunga trattativa con il Comune di Milano per il via libera al nuovo stadio.

Proprio attorno al progetto del nuovo impianto ruota molto del futuro dei rossoneri, quale che sia o sarà effettivamente il proprietario tra qualche mese. Di certo le notizie su eventuali interessi all'acquisizione del club non accennano a placarsi nonostante le continue e numerose smentite. Non sorprende, quindi, quanto sostenuto da Lopez anche se i Singer non hanno mai manifestato apertamente la volontà di cedere il Milan.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments