Inter-Juve, è ancora guerra di mercato: tutti i precedenti

Icardi e Dybala tornano ad infiammare l'asse Milano-Torino

di
  • A
  • A
  • A

Icardi alla Juve, Dybala all'Inter... per ora solo una scaramuccia verbale. è presto per affiancarla agli intrighi di mercato che in passato hanno infiammato i rapporti tra Inter e Juventus a partire dalla lotta per arrivare a Marco Tardelli nell'estate del '75: Fraizzoli ha già un accordo con il Como per 700 milioni di lire, ma Boniperti ne offre 950 e il terzino va alla Juve, dove diventerà, dopo un cambio di ruolo, uno dei piu grandi centrocampisti di sempre.

Passa un anno, estate '76: la bandiera nerazzurra Boninsegna, 33anni, è in fase calante; Pietro Anastasi, centravanti della Juve, all'apice. Si fa lo scambio, nonostante le resistenze di Bonimba, che in bianconero vivrà invece una seocnda giovinezza, mentre Anastasi conoscerà all'Inter l'inizio del suo declino...
Ma il più grande irmpianto nerazzurro è senza dubbio Michel Platini, già bloccato da Mazzola e dal ds Beltrami nel '78 con un precontratto, in attesa che la Serie A riapra le frontiere nell'estate del '79. Le riapre nell'80, ma nel frattempo il presidente Fraizzoli inizia a pensare che il francese sia sempre rotto e molla la presa. Quella di Platini, da nero su bianco con l'Inter, diventa nel 1982 una storia in bianconero.
Nell'estate del 2004 fa scalpore il passagigo di Cannvaro da Milano a Torino, perché di mezzo ci sono intercettazioni in cui Luciano Moggi sembra suggerirgli di risparmiarsi fisicamente in vista dell'approdo alla Juve. Versione smentita dal difensore, che ha sempre raccontato di soffrire ai tempi di una microfrattura da stress.
I nerazzurri hanno l'occasione di rifarsi dopo l'urugano di Calciopoli. Per la Juve diventa difficile convincere tutti a scendere in Serie B: Ibrahimovic e Vieira approdano così all'Inter; il francese sarà spesso infortunato, Ibra invece darà un grosso contributo a due scudetti firmati Mancini e uno griffato Mourinho.
Nel gennaio del 2014 poi è tutto fatto per lo scambio Guarin-Vucinic... ma nonostante i rapporti tesi con l'uruguayano, per i tifosi nerazzurri diventa una questione di principio ("non si fanno scambi con i gobbi" cantavano in quei giorni) e la rivolta popolare sotto la sede dell'inter nel centro di Milano fa effetto: lo scambio non si fa.
Ultimo battaglia di mercato, quella per Paulo Dybala: nel maggio del 2015 Zamparini lo ha già promesso alla Juventus, Mancini prova personalmente a convincere l'attaccante del Palermo, ma ormai è troppo tardi. Chissà che l'appuntamento Dybala-Inter non sia soltanto rimandato...

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments