sassuolo-lecce 4-2

Serie A, Sassuolo-Lecce 4-2: poker neroverde, salentini ko

Caputo, Berardi, Boga e Muldur piegano gli uomini di Liverani e ora “vedono” l'Europa, sesta sconfitta consecutiva per i leccesi nonostante Lucioni e Mancosu

  • A
  • A
  • A

 Il Sassuolo stende in casa 4-2 il Lecce e vola al nono posto. Emiliani in vantaggio al 5’ con un pallonetto di Caputo; i salentini reagiscono bene e trovano il pari al 27’ con la zampata vincente di Lucioni. Il Sassuolo torna avanti al 63’ con il rigore di Berardi; il Lecce riagguanta il risultato con il penalty trasformato da Mancosu al 67’, ma Boga punisce gli uomini di Liverani in contropiede (78’). Muldur chiude definitivamente i conti all’83’.

LA PARTITA
Per la quarta gara di fila il Sassuolo rifila almeno tre reti agli avversari. Alla prima vera occasione per la squadra di De Zerbi, ecco che arriva il vantaggio emiliano al 5’: lancio in profondità di Locatelli alla ricerca di Caputo che si infila in mezzo a Lucioni e Paz e si presenta tutto solo davanti a Gabriel, scavalcandolo con un delizioso pallonetto. Al 17’ il Sassuolo va vicinissimo al raddoppio: calcio di punizione spedito in area di rigore per Ferrari che prova il colpo di testa da pochi metri, ma è provvidenziale il salvataggio di Gabriel che respinge con un intervento di puro istinto. Tuttavia, nel momento più delicato della formazione di Liverani (anche per quanto riguarda la stagione complessiva), arriva un po’ a sorpresa il pareggio ospite: primo calcio d’angolo del match, Petriccione batte corto per Calderoni il cui cross perfetto dalla sinistra trova l’imbucata e il piattone vincente da pochi passi di Lucioni, dimenticato da Locatelli. Lecce che pareggia al primo tiro in porta. Un tiro di Traore dal limite, respinto in angolo, chiude il primo tempo.

Muldur risveglia dal torpore il Sassuolo a inizio ripresa con un mancino a rientrare, deviato sopra la traversa. Una trattenuta di Paz ai danni di Ferrari vale il rigore assegnato ai padroni di casa al 61’, ben trasformato da Berardi, che spiazza Gabriel. Passano appena quattro minuti e anche gli ospiti usufruiscono di un penalty, concesso dal Var perché Marlon aveva toccato Babacar proprio sulla linea che delimita l’area sassolese: Consigli intuisce ma è costretto a subire il 2-2 di Mancosu, mandato in campo da Liverani proprio per la battuta vincente dal dischetto. Ma le emozioni non finiscono a Reggio Emilia. Al 78’, infatti, un contropiede fulmineo del Sassuolo vede Boga ritrovarsi il pallone al limite dell’area: dribbling secco e diagonale sinistro chirurgico nell’angolino basso. Il poker viene calato da Muldur a 7’ dalla fine: il terzino riceve sul destro, finta e calcia con il piatto mancino insaccando in rete. Il Sassuolo ottiene la seconda vittoria consecutiva e ora la zona Europa League non è più così tanto lontana. Sesta sconfitta di fila invece per il Lecce, sempre più terzultimo.

IL TABELLINO
SASSUOLO-LECCE 4-2
Sassuolo (4-2-3-1)
: Consigli 6; Muldur 7 (40’ st Toljan sv), Marlon 5, G. Ferrari 6, Kyriakopoulos 6,5 (12’ st Peluso 6); Locatelli 6, Bourabia 6; Berardi 6,5, Traore 6 (1’ st Djuricic 6), Boga 7 (40’ st Magnanelli); Caputo 7. A disp.: Pegolo, Defrel, Raspadori, Chiriches, Haraslin, Magnani, Ghion, Aurelio. All.: De Zerbi 6,5
Lecce (4-2-3-1): Gabriel 6; Donati 5, Lucioni 5,5, Paz 4,5, Calderoni 5; Petriccione 6 (22’ st Falco 5,5), Tachtsidis 5, Barak 5,5; Farias 5,5, Shakhov 5 (22’ st Mancosu 6,5); Babacar 5,5. A disp.: Vigorito, Sava, Radicchio, Vera, Monterisi, Saponara, Rispoli, Colella, Maselli, Rimoli. All.: Liverani 6
Arbitro: Massa
Marcatori: 5’ Caputo (S), 27’ Lucioni (L), 18’ st rig. Berardi (S), 22’ st rig. Mancosu (L), 33’ st Boga (S), 38’ st Muldur (S)
Ammoniti: Babacar (L), Caputo (S), Petriccione (L), Djuricic (S), Marlon (S), Paz (L), Tachtsidis (L)

LE STATISTICHE
Il Sassuolo ha superato giá ora il bottino di reti (55 vs 53) messe a segno in tutto il campionato 2018/19. In assoluto sulle 38 giornate i neroverdi solo una volta hanno fatto meglio (58 nel 2016/17.
Solo il Paderborn (74) ha subito più gol del Lecce (70) nei Top-5 campionati europei 2019/20.
Il Sassuolo è l'unica squadra insieme all'Atalanta ad avere almeno tre giocatori con 11 o più gol segnati in questa Serie A (Caputo, Berardi, Boga).
Solo de Ligt e Bastoni sono più giovani di Mert Muldur tra i difensori con almeno due reti all'attivo in questa Serie A.
Tra chi ha calciato almeno otto rigori nei top-5 campionati europei 2019/20 solo Ronaldo (9 su 9) e Mancosu (8 su 8) hanno il 100% di realizzazione.
12 rigori per il Lecce in questo campionato (solo Lazio e Genoa ne hanno ricevuti di più): otto li ha trasformati Mancosu (8 su 8 per lui).
Solamente Ronaldo, Immobile e Caputo sono riusciti a realizzare almeno 15 gol in ognuno degli ultimi due campionati di Serie A.
Berardi ha trasformato 22 dei 29 rigori calciati in Serie A, tra cui quattro degli ultimi cinque.
Il Lecce é la squadra che ha concesso piú calci di rigore in questo campionato (12).
Francesco Caputo ha partecipato attivamente a 20 dei 55 gol totali del Sassuolo in questo campionato (15 gol e cinque assist - il 36% del bottino complessivo dei neroverdi).
Soltanto il Brescia (10) ha incassato più reti su sviluppo di calcio d'angolo del Sassuolo (nove) in questo campionato.
Quello di oggi è il secondo gol di Lucioni in Serie A (il primo risale ad ottobre 2019 contro l'Atalanta). Entrambe le sue marcature sono arrivate in trasferta.
Quello di oggi è il quinto assist in questo campionato per Manuel Locatelli; già un passaggio vincente in più rispetto a quelli forniti nella Serie A 2018/19.
Francesco Caputo è il miglior marcatore del Sassuolo in casa nel campionato in corso. Con quella di oggi le reti interne dell'attaccante salgono a 10; una più di Boga (nove), secondo in questa classifica.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments