IL RETROSCENA

L'ingaggio complica il futuro di Ronaldo alla Juve: c'è Icardi nel mirino bianconero

La necessità di limitare i costi inciderà sul prossimo mercato dei campioni d'Italia in carica

  • A
  • A
  • A

In una situazione come quella legata alle conseguenze della pandemia, anche il club economicamente più solido del calcio italiano è costretto a correre i ripari. I 31 milioni netti di ingaggio annuo di Cristiano Ronaldo sono un costo insostenibile persino per la Juventus. Complicato, al momento, pensare a un ulteriore anno di Cr7 in bianconero e il nuovo centravanti è già stato individuato. Si tratta di un vecchio pallino della Juventus: Mauro Icardi

Ronaldo potrebbe trasferirsi a Parigi. Le voci di un interessamento del Psg si rincorrono da parecchio tempo, anche se gli emiri hanno dirottato il loro corteggiamento verso Leo Messi non appena hanno saputo della sua volontà di lasciare Barcellona. Cr7, comunque, ha sempre pronta l'alternativa Mls, con l'Inter Miami di Beckham che ha già fatto sapere di volere un nome forte come quello del portoghese per lanciare il suo brand a livello mondiale. La trattativa Juve-Psg per Icardi, in ogni caso, prescinde dalla destinazione futura di Ronaldo. I dirigenti bianconeri hanno provato in più occasioni l'assalto all'ex attaccante interista ma quella della prossima estate potrebbe essere la trattativa giusta, visto che i parigini non farebbero certo carte false per tenersi un giocatore che si è ritagliato pochissimo spazio nelle ultime stagioni. 

Icardi è costato al Psg 50 milioni più 8 di bonus. La soluzione per portarlo a Torino potrebbe essere quella di un prestito oneroso con diritto di riscatto la stagione successiva o quella dopo. In questo modo la Juventus andrebbe a spalmare l'investimento negli anni. Ma la volontà di intervenire sugli ingaggi non riguarda solo Ronaldo. I due parametri zero arrivati nell'estate del 2019, Ramsey e Rabiot, costano troppo e la dirigenza bianconera sta pensando di piazzarli altrove. Di certo c'è la volontà di intervenire sul centrocampo con Locatelli, già prenotato, e considerato il futuro regista della nuova Juve. La voglia di rivoluzionare il reparto centrale è confermata dal sondaggio fatto con Barella che ha fatto infuriare i dirigenti nerazzurri ed è il vero motivo della famosa lite tra Paratici e Oriali. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments