VERSO JUVE-LIONE

Juventus, ora la Champions ma i numeri non sono top

Preoccupano i 43 gol subiti e anche la condizione di Dybala ancora in forse per il Lione

  • A
  • A
  • A

La Champions League bussa forte alla porta della Juventus. Venerdì i bianconeri vedranno di azzannare questo finale di stagione che, dopo lo scudetto, vogliono e sperano sia più esaltante. C'è da recuperare quel gol subito da Tousart contro il Lione, ma da recuperare c'è soprattutto la forma e, di conseguenza, qualche numero che, insieme alla motivazione, manca ed è mancata negli ultimi tempi. Insomma, ecco i bianconeri che sognano un agosto magico, pieno di stelle.

Cosa pesa nella gestione Sarri, almeno fino a questo momento? I 43 gol subiti (compresi anche i 3 di ieri contro al Roma), sono un fardello pesante da sopportare, perché basti pensare che nella sua prima stagione Conte ne subì solo 20. In più ci sono: sia la settima sconfitta stagione (non accadeva dalla stagione 2010-11) e sia il primo k.o. tra le mura dell'Allianz Stadium. E si aggiunga anche che dalla stagione 2003-04 la squadra che si laurea campione d'Italia non ha né il miglior attacco né la miglior difesa della A.
Sul campo, invece, il tecnico toscano non sa ancora se riuscirà a recuperare Dybala, mentre non ci sarà sicuramente Douglas Costa. Ci saranno ancora alcuni giorni di tempo, ma le sensazioni non sono certo delle migliore visto il gioco decisamente involuto e il morale non certo alle stelle. La festa scudetto non è bastata e non basterà, per la Champions ci vorrà la miglior Juve, forse quella che non abbiamo ancora visto.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments