LA PROPOSTA

Allegri chiede 14 mln di euro per non finire in tribunale: no della Juve

L'ex tecnico bianconero vorrebbe chiudere il contratto col club: così potrebbe iniziare una nuova avventura in panchina

  • A
  • A
  • A

Dopo l'esonero successivo alla finale di Coppa Italia, la Juventus e Massimiliano Allegri continuano a dialogare per evitare di finire in tribunale. L'allenatore toscano, che nei giorni scorsi aveva respinto con una lettera le accuse formulategli dal club bianconero, ha presentato una proposta ai dirigenti della Vecchia Signora per chiudere la faccenda con una transazione. Precisamente, riferisce La Gazzetta dello Sport, l'ex Cagliari e Milan avrebbe chiesto 14 milioni di euro lordi per lui e per il suo staff a fronte dei 20 previsti dal contratto stilato nel maggio del 2021 con l'ex presidente Andrea Agnelli. Quasi scontato il no della Juventus che punta ad abbassare la cifra.

Vedi anche Allegri, tentazione saudita: l'Al Hilal lo vuole, troverebbe Neymar  Mercato Allegri, tentazione saudita: l'Al Hilal lo vuole, troverebbe Neymar 

Intanto Allegri, volentoroso di trovare un accordo per essere libero di iniziare una nuova avventura in panchina, sta riflettendo sull'offerta arrivatagli dall'Arabia Saudita. A volerlo sono i freschi campioni dell'Al-Hilal, che lo avrebbero messo in pole per la panchina dopo la vittoria del campionato. In terra saudita il 56enne di Livorno troverebbe diversi ex 'italiani' come Koulibaly e Milinkovic-Savic. Senza dimenticare Neymar.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti