VERSO JUVE-INTER

Inter, Inzaghi cerca il poker con la Juve: a Torino con un solo dubbio

Supercoppa, campionato e Coppa Italia: nel 2022 i nerazzurri hanno fatto tre su tre contro i bianconeri

  • A
  • A
  • A
© Getty Images

Tre su tre: nel 2022 l'Inter ha incontrato la Juve tre volte e ha sempre vinto. Il 12 gennaio, Supercoppa vinta grazie al gol di Sanchez al 121esimo. Il 3 aprile in campionato con il rigore realizzato da Calhanoglu. L'11 maggio in finale di Coppa Italia in virtù del 4-2 arrivato nei supplementari con la doppietta di Perisic. Domenica sera Inzaghi spera-confida-crede nel poker: archiviata in maniera del tutto indolore la sconfitta contro il Bayern, l'Inter si ripropone in campionato cercando la quinta vittoria di fila che le permetterebbe di continuare la risalita dopo il difficile avvio settembrino, approfittando oltretutto degli altri scontri diretti di giornata, Atalanta-Napoli e Roma-Lazio. Il turn-over calcolato di Monaco di Baviera ha permesso a chi più ha giocato in questa forsennata prima parte di stagione di rifiatare, all'Allianz Stadium torna in scena l'Inter dei "più o meno" titolarissimi. Detto dell'assenza di Lukaku (ma questa non è certo una novità, il belga in pratica non c'è mai stato, ha giocato sino solo 256 minuti e saltato bene tredici partite) resta da certificare il ritorno di Brozovic tra i convocati. Nel caso, e ci sono concrete possibilità visto che oggi il croato si è allenato in gran parte con il gruppo, per accomodarsi comunque in panchina, anche perché la condizione non potrebbe essere delle migliori: in regia è comunque inamovibile Calhanoglu, con lui imprescindibili sia Barella che Mkhitaryan. Il centrocampo è fatto, le fasce saldamente presidiate da Dimarco e Dumfries, mentre in difesa davanti a Onana sono certi Skriniar e Bastoni, Acerbi è in vantaggio nel ballottaggio con De Vrij. In attacco posizioni definite: Lautaro e Dzeko dall'inizio, Correa pronto a subentrare a partita in corso.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti