Mancini: "Ora vinciamole tutte"

Il tecnico nerazzurro: "Rigore di Miranda? Non sono d'accordo, dovrebbe tagliarsi una mano..."

  • A
  • A
  • A

Il pareggio in casa della Roma non fa perdere le speranze a Mancini, che crede ancora al terzo posto. "Ci sono ancora tante partite a disposizione - dice il tecnico dell'Inter a Premium Sport -. Abbiamo lo scontro diretto a favore con la Roma, nel caso arrivassimo a pari punti. Rimane tutto aperto, la strada è ancora lunghissima. Cosa serve per arrivare terzi? Dobbiamo vincerle tutte, se lo facciamo andremo sicuramente in Champions".

L'allenatore dell'Inter analizza così la partita: "Per 70 minuti abbiamo fatto benissimo, poi con l'ingresso di Dzeko siamo arretrati, loro hanno avuto delle palle gol dove potevano segnare e poi hanno trovato la rete a due minuti dalla fine. Siamo rammaricati per questo".

Mancini è soddisfatto della prestazione di Ljajic: "L'ho richiamato un paio di volte perché non è saltato di testa in due occasioni. Però ha fatto un'ottima partita, si è fatto vedere e ha aiutato la squadra. Perisic valore aggiunto? Ivan ha avuto il merito di fare il gol, ma sono stati bravissimi tutti". L'Inter ha rischiato di subire un rigore per un tocco di mano in area da parte di Miranda: "Dovrebbe tagliarsi una mano, non si è mai visto un difensore che salta con le mani giù. Non sono d'accordo sul fatto che sia rigore".