NUOVA AVVENTURA

Fiorentina, ecco Iachini: "Pronti per ribaltare questa situazione"

"Voglio una squadra a mia immagine, chiedo attaccamento alla maglia e professionalità"

  • A
  • A
  • A

Cambio della guardia alla Fiorentina: via Montella, dentro Iachini. Il nuovo tecnico della Viola, Giuseppe Iachini, si è presentato con grinta per la nuova avventura ed è proprio la voglia di lottare ciò che chiede alla sua squadra: "Il momento è particolare, ma questi ragazzi devono essere pronti e avere voglia di ribaltare le cose - ha esordito in conferenza -. Voglio una squadra "figlia mia", chiedo professionalità e attaccamento alla maglia".

Per Iachini è un ritorno a Firenze dopo aver indossato la maglia viola negli anni Novanta: "Sono molto felice di essere tornato nella mia seconda casa. Ho tanti ricordi qui e conosco tante persone. Ho un grande rapporto di stima e affetto nei confronti della città e dei tifosi che mi hanno sempre ricordato anche da avversario. Se sono arrivato qui è anche per ripagare la stima e la fiducia di tutti. Affronto questa avventura con grande entusiasmo e con la voglia di lavorare sul campo. Voglio trasmettere ai giocatori tutta la mia passione. Voglio una squadra organizzata ma con uno spirito che ci permetta di farci onore su tutti i campi".

Uno dei problemi che dovrà affrontare il nuovo tecnico della Fiorentina è il rendimento di Chiesa: "Non sono integralista col modulo, per me contano le caratteristiche dei giocatori. La rosa ha qualità ed ha un bel mix di esperienza e gioventù. sono convinto che torneremo presto competitivi. Il modulo non fa la differenza, ciò che conta è l'interpretazione dei compiti e io lavorerò per unire ancora di più la squadra. Con Chiesa ho parlato a Natale e ha rinunciato a diversi giorni di vacanza per essere sul campo con me e studiare cosa dovremo fare. Ha voglia di fare il bene della Fiorentina e so che può fare più ruoli, è prezioso per la squadra e ci darà una grossa mano".

Gli obiettivi stagionali e il mercato potrebbero cambiare: "Non vendo fumo, la classifica è questa e dobbiamo lavorare per fare più punti possibile. Se raggiungeremo la salvezza, non ci fermeremo e cercheremo di fare meglio. Restiamo coi piedi per terra, cerchiamo di guarire e venire fuori da questo brutto periodo e guardiamo avanti. Sul mercato non abbiamo parlato con la società, ma ho le idee chiare. Serve qualcosa per rendere più omogenea la squadra secondo la mia visione di calcio".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments