Calcio ora per ora

FACCHETTI JR.: "MAROTTA COME MIO PAPÀ, INTER IN BUONE MANI"

  • A
  • A
  • A
Ora per ora placeholder

"Mi fanno molto piacere le parole di Marotta. Sono accomunati dal fatto di essere due presidenti non proprietari, questo è il punto di partenza, ma anche da radici lombarde di pragmatismo e di chi è cresciuto nel calcio passo dopo passo. Marotta lo ha raccontato oggi nel suo intervento in assemblea, dicendo che a 17 anni e' entrato negli spogliatoi del Varese e da lì è iniziata tutta la sua carriera. Mi fa piacere che abbia ricordato papa' nel momento in cui inizia il nuovo corso dell'Inter, con una nuova proprietà. Auguro a lui di poter continuare a lavorare bene per tutto il mondo Inter e a riuscire a continuare a farlo con il sostegno della proprietà e del mondo nerazzurro che non mancherà sicuramente. Anzi il mondo interista gli è grato per come ha tenuto l'Inter sempre in alto pur in mezzo alle difficoltà". Lo ha detto a LaPresse Gianfelice Facchetti, figlio del grande Giacinto Facchetti, a proposito della nomina di Giuseppe Marotta a nuovo presidente dell'Inter e alle sue parole in ricordo proprio dello storico capitano nerazzurro. "Il fatto che sia poi un presidente operativo lo avvicina molto a mio padre. Ho apprezzato il discorso di Cano (manager di Oaktree, ndr), che ha confermato la massima fiducia nei dirigenti e il desiderio di garantire all'Inter prosperità e risultati. Mi sembra un modo molto saggio: entrare in punta di piedi in un club che funzione è il modo migliore per capire dove si può migliorare, perché di cose da fare ce ne saranno come ad esempio la questione stadio". "Anche risolvere subito la questione del rinnovo di Lautaro è un modo pragmatico per far capire che si va avanti e che si riparte bene", ha concluso.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti