YOUTH LEAGUE

Youth League: l'Inter stende il Barcellona e vola agli ottavi, il Napoli chiude con un pareggio

Oristanio e Kinkoue firmano il 2-0 che vale la vittoria del girone F per i nerazzurri, lo 0-0 sul Genk fa salire i partenopei a quota 2 punti

  • A
  • A
  • A

Vola agli ottavi di finale di Youth League l'Inter di Armando Madonna, che batte per 2-0 il Barcellona al termine di una partita intensissima dal punto di vista psicologico: Oristanio al 42' apre le marcature con un tap-in sottoporta, si registrano due pali, uno per parte (Fonseca e Mortimer), quindi al 92' Kinkoue chiude i conti. Secondo punto nel girone E per il Napoli già eliminato, che fa 0-0 in casa con un Genk più pericoloso ma spuntato.

INTER-BARCELLONA 2-0
Missione compiuta: Armando Madonna e i suoi ragazzi sono già agli ottavi di finale di Youth League, senza dover passare dagli spareggi che sarebbero stati inevitabili in caso di arrivo al secondo posto nel gruppo F. Invece i nerazzurri vincono partita e raggruppamento, piegando un Barcellona fanalino di coda del girone che, per abitudini e blasone, a recitare la parte della vittima sacrificale proprio non ci sta. La partita è quindi tesa e molto tattica, tanto da far dimenticare che in campo ci sono dei ragazzi di nemmeno vent'anni. La posta in palio è altissima e ciò che ne scaturisce è un primo tempo palpitante ma con poche reali occasioni (dopo una fuga di Oristanio dopo pochi secondi, punita dal fischietto dell'arbitro per fuorigioco). Dall'altra parte De La Fuente spaventa i nerazzurri (risolve Schirò), quindi è Oristanio a prendersi i titoli del primo tempo: prima penetra in area provando a servire Fonseca che è in ritardo di un nonnulla, poi va al tiro su servizio di Colombini ma allarga troppo la mira. Nel finale di tempo Stankovic salva l'Inter su iniziativa di Jardi, sul ribaltamento di fronte Fonseca salta il portiere avversario ma da posizione defilata colpisce il palo. Tempo qualche secondo e liberatorio arriva il gol nerazzurro: lo realizza al 42' Oristanio, bravo a piombare su una corta respinta di Vila che si era opposto a un colpo di testa di Fonseca. Mancano soltanto 45 minuti alla certezza degli ottavi, e nella ripresa l'Inter soffre: De La Fuente semina il panico sulla fascia (il suo cross non trova compagni), Stankovic salva su Gonzalez e poi tocca il pallone sulla bomba di Mortimer: palo. Il Barcellona al 68' mette anche in rete il pallone del pareggio, ma il gol non c'è per fuorigioco. L'Inter respira, torna a ragionare e nel finale torna a rendersi pericolosa: Vergani spreca un contropiede magistrale tirando addosso a Vila (era solissimo), al 92' è quindi Kinkoue a spazzare via le paure insaccando il pallone del raddoppio sugli sviluppi di un corner in cui va a vuoto Vergani, ma anche mezza difesa blaugrana. E per la giovane Inter di Madonna è estasi.

NAPOLI-GENK 0-0
Al “Pasquale Ianniello” di Frattamaggiore va in scena una sfida per l'onore. Nel gruppo E il Napoli è sicuramente ultimo, il Genk è certo del terzo posto. Entrambe sono eliminate, dunque possono “prestare” alla prima squadra due gioiellini come Gaetano e Vandevoordt, portiere considerato in patria come il nuovo Courtois. Ne esce una partita spensierata ma che soffre di un problema comune: la mancanza di gol (ne hanno fatti solo cinque a testa). Il vento che soffia su Napoli soprattutto nei primi 45' non favorisce il bel gioco, e i padroni di casa si fanno vedere con un'iniziativa di Vrakas, fermata dal portiere Leysen con un intervento da portiere di hockey, e con un tiro alto di D'Amato. Il possesso palla del Genk è sterile e porta solo a un'azione personale di Saibari, che tira fuori. Nella ripresa l'allenatore Van Dessel toglie dal campo Cuypers e avanza Nemeth: il cambio dà frutti ma non gol, perché il numero 7 crea grattacapi alla retroguardia azzurra ma il suo destro a giro è respinto da Daniele e due blitz in area finiscono di poco fuori. L'ultima chance è sui piedi di Saibari, bravo Daniele a respingere di piede e a salvare uno 0-0 che dà a Baronio il secondo punto nella competizione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments