VERSO MILAN-PORTO

Milan, Pioli: "Col Porto crocevia finale, noi ci crediamo"

Contro i lusitani a San Siro il tecnico va a caccia delle prima vittoria in Champions League: "Grande opportunità di regalare un'emozione ai nostri tifosi. Giroud-Ibra? Decido dopo la rifinitura"

  • A
  • A
  • A

Stefano Pioli si prepara ad affrontare il Porto a San Siro nella quarta giornata del Gruppo B di Champions League, con il Milan ancora a caccia dei primi punti europei. Per tenere viva una fiammella di speranza i rossoneri sono costretti a battere i lusitani e per farlo il tecnico parmigiano deve decidere se puntare ancora su Zlatan Ibrahimovic o se affidarsi a Oilvier Giroud: "Deciderò dopo la rifinitura - le sue parole in conferenza -. Quello col Porto è il crocevia finale, ma noi ci crediamo, perché abbiamo le qualità per interrompere la striscia negativa". Poi ha voluto liquidare le polemiche post Roma-Milan: "Abbiamo vinto perché abbiamo giocato meglio".

LA CONFERENZA DI PIOLI

Sui tifosi

"Sono fondamentali, per passione e affetto non sono secondi a nessuno. È stato molto emozionante contro l'Atletico, sicuramente non siamo ancora stati in grado di dargli le emozioni che meritano, ma domani abbiamo una grande opportunità".

Su quanto la squadra crede ancora nella qualificazione

"Non dobbiamo pensare alle prossime due di Champions. Quella col Porto è il crocevia finale, ma noi ci crediamo, perché abbiamo le qualità per interrompere la striscia negativa. C'è solo una partita su cui concentrarci e provare a dare il massimo, quella di domani. Abbiamo sempre imparato dai nostri errori, c'è grande concentrazione. Sappiamo che ci aspetta il derby, ma sarà tutta un'altra situazione".

Sul match con la Roma e gli errori arbitrali in Champions

"Io credo innanzitutto che abbiamo vinto a Roma perché abbiamo giocato meglio dei nostri avversari e abbiamo perso a Porto perché abbiamo giocato peggio dei nostri avversari. Altre cose non le posso controllare, quindi non ne parlo".

Ancora sulla sfida dell'Olimpico

"Io coi ragazzi ho parlato di una grande prestazione dal punto di vista tecnico, tattico e dell'atteggiamento, anche quando siamo rimasti in dieci. Le opinioni da fuori non ci distraggono, non possiamo perdere energie su quelle. Rimaniamo concentrati sul bel lavoro che stiamo facendo, domani abbiamo una bella opportunità di cancellare lo zero in classifica".

Sulle difficoltà nella gara d'andata

"Loro sono stati aggressivi, ma non così tanto da non farci gestire la palla. Noi di solito siamo a nostro agio a fare la partita, in quell'occasione credo che ci siamo mossi male, abbiamo faticato a trovare il compagno libero e non siamo riusciti a saltare la loro pressione. Domani dobbiamo cercare di sviluppare meglio queste situazioni".

Sulle aspettative riguardo l'avversario

"È una squadra forte, che sta bene in campo e cerca di essere aggressiva. Inoltre ha giocatori offensivi di qualità e di rapidità, noi dobbiamo essere freddi e precisi, ma anche propositivi e pericolosi, perché abbiamo le qualità per

Su Giroud

"Dobbiamo ancora fare la rifinitura, deciderò dopo l'allenamento del pomeriggio".

Sul rinnovo

"Quando il tuo lavoro viene riconosciuto è una cosa importante, sono molto contento del rapporto che ho con il club, con i miei dirigenti. Siamo tutti convinti di poter lavorare bene insieme".

Sui paragoni con Guardiola

"È il migliore al mondo. Soprattutto per come fa migliorare i giocatori che ha a disposizione. Io mi ispiro un po' a tutti, approfitto di ogni esperienza per continuare a migliorare".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments