champions league

Champions League: il Chelsea prenota la semifinale, 2-0 al Porto  

Sul campo neutro di Siviglia, i Blues vincono grazie ai gol di Mount e Chilwell: a Conceição servirà l'impresa nel match di ritorno

 

  • A
  • A
  • A

Va al Chelsea l'andata dei quarti di finale di Champions League contro il Porto. Sul campo neutro del Sanchez-Pizjuan di Siviglia, la formazione di Tuchel batte 2-0 ‘in casa’ i Dragoes, giustizieri della Juventus agli ottavi, e conquista un importante vantaggio in vista del match di ritorno, fissato per il 13 aprile sempre in terra andalusa. Sono le reti di Mount al 32’ e di Chilwell all’85’ a regalare il primo round ai Blues.

Sono classe e cinismo a regalare l'andata dei quarti di finale al Chelsea, che con il 2-0 maturato al Sanchez-Pizjuan di Siviglia fa un grande passo in avanti verso le semifinali di Champions League, considerando che l'incontro, seppur in campo neutro, vedeva padrone di casa un Porto punito anche da errori individuali da parte della formazione di Conceição, capace di eliminare la Juventus agli ottavi. In terra andalusa va in scena una sfida ricca di occasioni e di emozioni, anche se l'approccio da parte dei Blues e dei Dragoes è timido. La sensazione, però, è che possa bastare una sola azione per far decollare significativamente il match. E infatti, dopo un iniziale fase di studio, la partita si accende: al 12', Mathieu si fionda su un rimpallo e ci prova con il destro al volo sfiorando l'incrocio dei pali, con Mendy immobile. Al 23', altra opportunità per i portoghesi, con Pepe che rimette in mezzo per Zaidu che, da pochi passi, spedisce alto sopra la traversa. Proprio nel momento migliore dei padroni di casa, però, i londinesi passano in vantaggio: al 32', Jorginho serve in verticale Mount, che lascia sul posto Sanusi con un gran colpo di tacco a seguire e, con un preciso diagonale destro, batte Marchesin. Il Porto reagisce, ma non riesce ad andare oltre un colpo di testa da corner di Pepe che non impensierisce Mendy, bravo a bloccare.

La ripresa si apre con un'incornata di Werner che sorvola la traversa, con i Dragoes che rispondono con il diagonale di Marega deviato da Mendy. Al 57', Luis Diaz va vicinissimo all'1-1 con un destro dal limite che finisce a centimetri dal palo alla sinistra del portiere ospite. Otto minuti dopo, Tuchel cambia in attacco inserendo Pulisic e Giroud per Werner e Havertz, mentre nel finale Conceição si gioca il tutto per tutto inserendo Toni Martinez, Vieira e il figlio Francisco. Proprio Pulisic, all'84', colpisce la traversa in contropiede, ma un minuto dopo i Blues trovano ugualmente il raddoppio con Chilwell, che approfitta del clamoroso errore di Corona, salta Marchesin e deposita a porta vuota il gol del 2-0. La rete taglia definitivamente le gambe al Porto e il Chelsea si aggiudica il primo round. Il secondo andrà in scena il 13 aprile, sempre al Sanchez-Pizjuan ma con i Blues padroni di casa: a Conceição servirà una vera e propria impresa per ribaltare il risultato e centrare la semifinale.

LE STATISTICHE
Per la prima volta il Chelsea non ha perso alcuna delle sue prime nove partite (7V, 2N) di una singola stagione di Champions League.
Il Porto ha perso sei delle nove sfide di Champions League disputate contro il Chelsea (2V, 1N): contro nessun’altra squadra ha registrato più sconfitte nella competizione.
Il Chelsea ha tenuto la porta inviolata per tre match di fila per la prima volta nelle gare a eliminazione diretta della Champions League.
Mason Mount è diventato il più giovane marcatore del Chelsea in una partita a eliminazione diretta di Champions League (22 anni, 87 giorni).
Sei degli otto gol segnati da Mason Mount in questa stagione in tutte le competizioni sono arrivati in trasferta.
Il Chelsea è andato in gol con due giocatori inglesi – Mount e Chilwell - in un match di Champions League per la prima volta da marzo 2012: all’epoca, Terry e Lampard contro il Napoli.
Pepe (38 anni e 40 giorni) è diventato il giocatore di movimento più anziano ad aver disputato un quarto di finale di Champions League a partire da Ryan Giggs del Manchester United nell'aprile 2014 (40 anni e 123 giorni contro il Bayern Monaco).
Thomas Tuchel è diventato solo il secondo allenatore del Chelsea a vincere le sue prime tre partite nella fase a eliminazione diretta della Champions League dopo Roberto Di Matteo, nel 2011/12, stagione in cui il Chelsea vinse il trofeo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments