LIGUE 1

Ligue 1: il Nizza di Vieira va ko con il Montpellier, il St. Etienne lo aggancia in testa  

La squadra rossonera perde 3-1 contro gli occitani, che conquistano il primo successo in campionato. ‘Les Verts' superano 2-0 lo Strasburgo e raggiungono proprio i nizzardi al primo posto

  • A
  • A
  • A

Si interrompe alla terza giornata l’imbattibilità del Nizza capolista in Ligue 1: la squadra di Patrick Vieira gioca male e perde 3-1 in casa di un determinato Montpellier. In rete, per gli occitani, Laborde e Congré (doppietta). In attesa delle partite di domenica, i rossoneri sono raggiunti in testa dal St. Etienne, che batte 2-0 lo Strasburgo: i tre punti maturano nella ripresa grazie ai gol di Bouanga (rigore) e Camara.

MONTPELLIER-NIZZA 3-1

È un Montpellier d’assalto, completamente diverso dalla pallida squadra sconfitta due settimane fa dal Rennes, quello che conquista la prima vittoria in campionato, negando al Nizza (che resta capolista in attesa delle partite di domenica) la possibilità di restare a punteggio pieno dopo tre partite. La squadra allenata da Michel Der Zakarian parte subito imprimendo un ritmo infermale che gli ospiti non riescono a gestire. Il frutto della pressione dei padroni di casa arriva al 18’: cross dalla destra di Souquet, sponda in area di Delort e splendida girata di sinistro, a centro area, di Laborde, che non lascia scampo a Walter Benitez.
Il modo di giocare del Montpellier mette in evidenza tutti i difetti della squadra allenata da Patrick Vieira, che fatica nell’impostazione del gioco e lascia campo agli avversari senza riuscire a sfruttare le ripartenze, come invece avvenuto nei match precedenti contro Lens e Strasburgo. Nemmeno l’ingresso a inizio ripresa di Khephrem Thuram (figlio dell’ex Parma e Juventus Lilian e fratello di Marcus, attaccante del Borussia Mönchengladbach) scuote la squadra della Costa Azzurra, che anzi subisce il raddoppio al 48’: a firmarlo, di testa, è Congré, che approfitta degli errori di marcatura della difesa nizzarda su corner di Savanier e colpisce di testa quasi indisturbato per il 2-0.

I padroni di casa non si accontentano e al 64’ fanno tris: la rete porta ancora la firma di Congré, pronto a recuperare in area un pallone respinto dal povero Benitez. Per il difensore si tratta della prima doppietta in Ligue 1. Dopo la terza rete arriva il primo e unico calo di tensione del Montpellier, che al 69’ permette a Dante (con la deviazione decisiva di Pedro Mendes) di accorciare le distanze. Nonostante i venti minuti più recupero a disposizione, però, il Nizza non dà mai l’impressione di poter rientrare in partita, e il Montpellier non corre ulteriori rischi fino al triplice fischio che permette alla squadra occitana di sbloccare la propria classifica.

 

ST. ETIENNE-STRASBURGO 2-0

Vittoria e primo posto in classifica, alla pari con il Nizza, almeno per ventiquatt’ore: è questo il responso della sfida del ‘Geoffroy-Guichard’, che premia un St. Etienne concreto e preciso nei momenti decisivi. Il match, in realtà, inizia con ritmi bassissimi: l’unica emozione dei primi 45 minuti arriva a ridosso dell’intervallo, quando Aouchiche ‘sveglia’ il portiere avversario Kamara con un bel calcio di punizione dal limite, che l’estremo difensore ospite è bravo a neutralizzare. Nei primi minuti della ripresa il tecnico dei padroni di casa, Claude Puel, sostituisce uno spento Nordin con Charles Abi e la mossa paga immediatamente i suoi dividendi: proprio per anticipare in area il classe 2000, Djiku salta ingenuamente sollevando le braccia e colpisce il pallone con la mano. L’arbitro Wattellier assegna il tiro dal dischetto che Bouanga trasforma con una conclusione a mezza altezza, spiazzando il portiere degli alsaziani. La rete scuote lo Strasburgo, che inizia a prendere campo e cerca di impensierire Moulin: l’occasione migliore arriva al 77’, ma il tiro di Chahiri finisce di poco a lato. Nel momento di maggior pressione della squadra in svantaggio, arriva però la rete dei padroni di casa che vale il 2-0: a firmarla è Mahdi Camara, che arriva su un pallone vagante in piena area e lo spara sotto la traversa, chiudendo i conti. Per il St. Etienne è la seconda vittoria in altrettante partite, dopo il successo di due settimane fa contro il Lorient (sempre per 2-0). Buio pesto invece per lo Strasburgo, ancora a zero punti dopo tre match, con un solo gol all’attivo e sette subiti.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments