FINE DI UN'ERA

Il triste declino della Liga: in tre anni persi Neymar, Cr7 e Messi

Era il campionato più ricco di talento e più "vendibile" all'estero. Ora le cose stanno cambiando

  • A
  • A
  • A

Il campionato più ricco del mondo, oltre che con più appeal all'estero, era e resta la Premier League. La Liga, però, si è sempre portata dietro la giusta nomea di torneo nazionale più ricco di talento individuale, un po' come la serie A anni '80 e '90. Non solo, nelle ultime 12 edizioni della Champions League, le sue rappresentanti hanno alzato il trofeo in 7 occasioni. Stesso identico risultato in Europa League. Nella coppa più importante, però, quest'anno nessuna squadra spagnola è arrivata in semifinale, così come l'anno scorso non c'erano rappresentati della Liga in finale. Un lento declino che ora rischia di peggiorare. Nel 2017 se n'è andato Neymar, l'anno dopo Cristiano Ronaldo e, salvo clamorosi retroscena, il mercato attuale sarà quello dell'addio di Messi

Una perdita difficilmente sostenibile per l'intero movimento che vedrebbe così scendere, e di molto, il grado di appetibilità del campionato spagnolo, soprattutto per quanto riguarda la vendita dei diritti tv all'estero e la commercializzazione del brand Liga. Un'involuzione che si porterebbe dietro, con l'inevitabile riduzione delle entrate economiche, anche un più che probabile calo dei risultati sportivi. Per quanto riguarda solo il Barça, per esempio, la coppia Messi-Suarez ha messo insieme, negli ultimi 5 anni, una media di 79 gol e 38 assist a stagione. Complicato pensare che, chiunque arrivi al loro posto, possa far meglio... 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments