Fisco su Eto'o: 10 anni di carcere

Il camerunese rischia di pagare anche una multa da 14 milioni di euro 

  • A
  • A
  • A

Samuel Eto'o rischia grosso: 10 anni e mezzo di carcere più una multa da 14 milioni di euro. E' questa la richiesta shock dell'accusa nei confronti del giocatore e del suo ex procuratore, Josep Maria Mesalles, per aver frodato il fisco di circa 3,5 milioni nei tre anni che vanno dal 2006 al 2009, ovvero quando Eto'o vestiva la maglia del Barcellona. Lo riporta il quotidiano spagnolo El Pais.

Anche Samuel Eto'o finisce nel mirino del fisco spagnolo. O meglio, lo era già da parecchio tempo e adesso è arrivata la richiesta shock: 10 anni dietro le sbarre e una maxi multa da 14 milioni. L'ex attaccante blaugrana è accusato di quattro reati, compresa la gestione dei propri diritti d'immagine tra il 2006 e il 2009. Il giocatore, infatti, ha ricevuto dagli 1,5 a 3 milioni di euro ogni stagione dalla Puma ed evitava di pagare le imposte. I ricavi erano dirottati su due società fittizie: la spagnola Bulte e l'ungherese Tradesport.

Tutto questo perché l'aliquota da pagare per una società è nettamente inferiore rispetto a quella di un singolo. Il calciatore incolpa di questa situazione il suo ex procuratore Josep Maria Mesalles, che non lo rappresenta più dal 2011. Il camerunese era già finito nell'occhio del ciclone nel 2012, ma ancora non ha restituito nulla al Fisco. Dopo il caso Neymar, in cui l'accusa ha chiesto 2 anni di reclusione, ecco un'altra severissima richiesta di giustizia da parte dell'autorità spagnola.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments