Morte Esposito, 26 anni a De Santis

Esposito venne ferito poco prima della finale di Coppa Italia del 2014 e morì 53 giorni dopo

  • A
  • A
  • A

I giudici della terza sezione della Corte d'assise di Roma hanno condannato a 26 anni di reclusione Daniele De Santis, accusato di aver ferito a morte Ciro Esposito il 3 maggio 2014 poco prima della finale di Coppa Italia a Roma tra Fiorentina e Napoli. Esposito morì dopo 53 giorni di agonia per le ferite riportate. I pm avevano chiesto l'ergastolo.

Con la condanna a 26 anni di reclusione, i giudici della terza Corte d'Assise hanno previsto per De Santis anche una provvisionale di 140 mila euro. Con la sentenza sono stati condannati anche due tifosi del Napoli che erano accusati di rissa aggravati e lesioni. Per loro è stata data una pena a otto mesi. Sono Alfonso Esposito e Gennaro Fioretti. Al momento della lettura della sentenza dal pubblico presente nella tribuna in fondo all'aula si sono alzate delle grida e si è sentito "devi marcire in galera".