Calcio

Al Museo Nazionale della Scienza e della tecnologia “Leonardo Da Vinci” di Milano, Hakan Calhanoglu si è raccontato a "Forza Milan!". Il centrocampista turco ma nato in Germania ha spiegato alcuni retroscena della sua esperienza in rossonero: “Montella non parlava inglese ma solamente italiano. Certamente conosco il calcio, so che posizione devo tenere in campo e come comportarmi durante gioco, ma ho bisogno di sentire anche l'appoggio di un allenatore che parli con me. Gattuso mi ha dato molta fiducia perché aiuta e comunica molto: mi ha sempre detto di liberare la mente e di giocare il mio calcio, credendo nelle qualità che ho e che, così facendo, i risultati sarebbero venuti da soli. Chi mi aiuta con l'Italiano? All'inizio mi ha aiutato molto Rodriguez, per via del fatto che conosce il tedesco. Solamente che nemmeno lui parla benissimo l'italiano, quindi è stato Fabio Borini ad aiutarmi di più con la vostra lingua. Con chi ho legato di più? Ho passato molto tempo in hotel con Conti, in questi giorni gli ho augurato di riprendersi presto dall'infortunio”.

Tempo reale
  • A
  • A
  • A