Hubner: "Rimpianto Nazionale, ora è tutto più facile"

L'ex attaccante compie 50 anni: "Che bravo Belotti"

  • A
  • A
  • A

"Il rimpianto della mia carriera? Non aver fatto neanche un presenza in Nazionale", questo il bilancio di Dario Hubner nel giorno del suo 50.esimo compleanno. Eppure di gol in carriera l'ex attaccante ne ha segnati tanti: "Vero, ora è tutto più facile. Basta fare 10 presenze buone in Serie A e ti chiamano a Coverciano. Ai miei tempi, invece, non andavi da nessuna parte se non avevi almeno 150 presenze e 100 gol. Poi avevo davanti attaccanti eccezionali come Del Piero, Vieri e Totti", le parole in esclusiva a 4-4-2 su Sportmediaset.it.

Ora in Nazionale ci sono Belotti e Immobile: "Una bella coppia che mi piace e sono sicuro che potrà fare molto bene". E Tatanka poi elogia il Gallo: "Tra gli attaccanti di oggi è quello che mi piace di più, è proprio bravo. Vale 100 milioni di euro? Non lo so...". 

È una buona annata per gli attaccanti, già in 6 sono arrivati a quota 20: "Più merito loro o demerito delle difese? Difficile da dire. Sicuramente ora tutte le squadre giocano per vincere, anche le provinciali. Ai miei tempi quando affrontavamo le grandi squadre ci difendevamo e basta".

Poi c'è la corazzata Juventus: "Una squadra fortissima che può vincere il Triplete". Infine una curiosità: "Fumavo durante l'intervallo? Qualche volta è capitato.... La grappa, invece, mai (ride,ndr). Un bomber d'altri tempi che ora si gode la vita: "Sono molto felice di quello che sono e ho fatto". Tanti auguri Dario. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments