Calcio

In casa Fiorentina dopo il ko col Parma il tecnico Pioli sembra voler puntare il dito sulla direzione di gara dell'arbitro Fabbri e soprattutto sulla 'non prestazione' della sua squadra. "Non è stata la sua giornata migliore e più fortunata - dice Pioli dell'arbitro - Anche il recupero, c'erano 8-9 minuti, magari non avremmo pareggiato ma ci stavano perché nel secondo tempo si è giocato poco. Ma abbiamo perso per colpa nostra, non dovevamo concedere un'occasione come quella. Andare in svantaggio contro di loro li ha fatti chiudere, anche se la squadra ha creato anche in dieci contro undici. Oggi non bisognava prendere gol, era la cosa più importante della giornata. Ma non ci siamo riusciti". Poi, ancora Pioli: "Abbiamo commesso errori tecnici, in una partita così difficile a livello tattico c'erano poche possibilità di essere pericolosi. Abbiamo avuto tante situazioni in area, tirato verso la porta tante volte. Ma non c'è stata qualità anche nella scelta, nel tiro o nel passaggio. E nei due episodi che hanno deciso la partita, il gol e il rosso di Hugo, abbiamo commesso errori noi". Sabato la Fiorentina chiuderà il girone di andata a Genova contro l'ex Prandelli, ma Pioli non teme particolari contraccolpi dopo la sconfitta contro il Parma: "Nessun contraccolpo, bisogna essere forti. Stare concentrati. E non abbiamo tempo per avere contraccolpi, perché tra 3 giorni giocheremo in un campo difficile contro un avversario difficile. Poi faremo valutazioni parziali. Abbiamo fatto errori, sì, ma i ragazzi hanno messo tutto. E questo ci deve far restare fiduciosi"

Tempo reale
  • A
  • A
  • A