Lega A, commissario fino al 29/1

Carlo Tavecchio resterà in carica fino al 29 gennaio

  • A
  • A
  • A

Il consiglio federale della Figc ha approvato la proroga del commissariamento della Lega di Serie A, affidato a Carlo Tavecchio, attuale presidente dimissionario della Federcalcio. La proroga, che ha avuto il via libera da tutte le componenti ad eccezione dei tre rappresentanti dell'Aic che si sono astenuti, durerà fino al 29 gennaio 2018, data delle elezioni deli nuovi vertici della Figc.

E così si procede, in questa emergenza di... potere che non dispiace (tutt'altro) ai presidenti dei club di Serie A che vogliono avere tempo e respiro (ora un mese e mezzo) per mettere a punto le stategie che portino all'elezione di un presidente della Lega di A; alla conclusione del bando dei diritti tivu per il triennio 2018-2021, e alla assegnazione dei medesimi, con ricavi miliardari; e a uno sviluppo non traumatico delle vicende ai vertici della Federcalcio, per eleggere il successore di Carlo Tavecchio. Tavecchio che rimane al vertice della Lega di A fino al 29 gennaio, come commissario (lo è da metà aprile); e che della Lega di A è oggi come oggi una sorta di espressione di garanzia interna.

E per il futuro della Federcalcio, la candidatura di Damiano Tommasi (attuale numero uno dell'Assocalciatori) resta in cima ai desideri di qualcuno. Renzo Ulivieri, presidente dell'Associazione italiana allenatori e vice-presidente vicario della Figc, annuncia la volontà di volerlo appoggiare: "Noi lo sosterremmo. A guardarsi in giro non è che si trovi tantissima roba...". Sul nome del dopo Tavecchio "non è stato individuato un nome ma le caratteristiche". "Fa piacere constatare che il gioco, anche divertente per qualcuno, di sparare sulla croce rossa, ora sia rientrato. Il Coni ci può ancora commissariare? L'atteggiamento del Coni lo capisco sempre meno, è imprevedibile. Noi siamo sempre stati coerenti perché pensiamo che sia un dovere restare al nostro posto".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments