Cremonese, i ragazzi del team #Thisability in servizio allo Zini

Dalla gara contro lo Spezia in tredici lavoreranno nella sala hospitality dello stadio

  • A
  • A
  • A

Uniti per vincere. In campo e fuori. Da sabato 15 settembre l'U.S. Cremonese e i ragazzi del progetto #Thisability giocheranno insieme una partita speciale. In occasione della gara casalinga con lo Spezia, 13 giovani appartenenti al progetto dell'associazione "Compagnia delle Griglie" nato per offrire un'opportunità a chi con grande determinazione sa trasformare una situazione di disabilità in una nuova "abilità" lavoreranno nella sala hospitality dello Zini.

Da sempre impegnata a sostenere le iniziative a valenza sociale, l'U.S. Cremonese scende dunque nuovamente in campo per dare una grande opportunità a tredici ragazzi disabili. Precedentemente formato da un'equipe di pedagogisti ed educatori, il team affiancherà il personale del Cookies Bar&Lunch e le hostess della società nel servizio di catering offerto ai circa 200 frequentatori dell'area hospitality dello stadio. Forza del gruppo, impegno, responsabilità ma anche sorrisi e umanità saranno il motore di questi momenti di socialità, da vivere con la passione che si dedica ad ogni sfida importante. Nello sport, come nella vita.

"Siamo orgogliosi – ha sottolineato il Presidente Paolo Rossi – di iniziare questa nuova avventura a fianco dei ragazzi del team #Thisability, con loro, sono certo, vinceremo la partita dell'ospitalità e dell'umanità". "Nello specifico, andremo a valorizzare le abilità di questo gruppo, che già ha svolto attività di catering in altre manifestazioni pubbliche e sportive – ha spiegato il portavoce di 'Compagnia delle Griglie', Alessandro Corbari –. Stare in mezzo alla gente genera emozioni, stare accanto a questi ragazzi è un'opportunità in più per viverle in prima persona". "Si tratta di un progetto di situazione, all'interno del quale i ragazzi si formano imparando un servizio – ha ricordato la pedagogista che coordina l'attività, Benedetta Anselmi –. La figura del mediatore, in questo contesto, è fondamentale: non improvvisiamo. I nostri ragazzi tengono particolarmente a dare il meglio nell'ambito delle mansioni a loro assegnate". "Dal punto di vista professionale – ha aggiunto Alessandro Lupi, titolare del Cookies Bar&Lunch – sono ragazzi preparati, ma l'aspetto che più conta è che svolgono la loro attività sempre con il sorriso, trasmettendo felicità". "Non vedo l'ora di cominciare – ha concluso Angelo, uno dei ragazzi del team - Prendermi cura degli altri è l'esperienza più bella della mia vita".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments