Coppa Italia Primavera: al Torino il primo atto, il Milan si arrende al Filadelfia

Le reti di Butic e Rauti lanciano i granata nella finale di andata. Venerdì prossimo ai rossoneri servirà un miracolo per ribaltarla a San Siro

  • A
  • A
  • A

Il Torino si prende il primo atto della finale di Coppa Italia Primavera battendo 2-0 il Milan al Filadelfia. Dopo un primo tempo bloccato i granata colpiscono due volte in due minuti con Butic (53') e Rauti (55'). I rossoneri provano ad accorciare le distanze ma il muro del Torino non crolla e per gli uomini di Coppitelli si materializza un grande vantaggio in vista del match di ritorno di venerdì prossimo a San Siro.

È a un passo dalla vittoria finale il Torino, che al Filadelfia strappa una vittoria convincente al Milan ipotecando la Coppa Italia Primavera. L'avvio di gara però non aveva regalato molte emozioni, con le due formazioni più attente a coprire gli spazi per non subire una rete che avrebbe potuto mettere in salita da subito il doppio confronto. Il Milan sembra però soffrire maggiormente sulle corsie esterne, dove i granata iniziano ad attaccare con insistenza sfruttando soprattutto un Borello in giornata di grazia. È dai suoi movimenti che nascono i pericoli maggiori per la porta dei rossoneri: un diagonale di poco al lato, un colpo di testa mancato da buona posizione e il Torino dimostra di essere in partita. Il Milan sbanda ma sembra reggere: ci prova anche Rauti nei minuti finali della prima frazione, ma tra i pali Guarnone è vigile e sventa la minaccia.

A inizio ripresa il copione della partita cambia drasticamente e il Torino trova il varco giusto per sbloccare il risultato: al 53' Rauti serve sulla verticale Butic, il dribbling secco elude la marcatura di Bellodi e la conclusione di piatto mancino termina all'incrocio dei pali. Il Milan prova ad alzare il baricentro ma il prezzo da pagare è subito altissimo, nel giro di due minuti la partita d'andata viene messa in cassaforte dal Torino grazie ai grandi spazi concessi dalla retroguardia rossonera: Adopo lancia il contropiede, Rauti in velocità non sbaglia e supera Guarnone per il 2-0. Al 55' il doppio colpo dei granata non destabilizza il Milan, un moto d'orgoglio regala un finale ad altissima intensità con i padroni di casa costretti a ripiegare in difesa per evitare che la partita venga riaperta. Ferigra e Fiordaliso sono l'ultimo baluardo della retroguardia sugli affondi di Dias e Tsadjout respinti solo sulla linea di porta. I granata incassano colpi, si difendono alle corde, ma non vanno al tappeto. Il triplice fischio finale sancisce il 2-0 per il Torino che può sentire mezza Coppa in tasca.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments