Benevento, Lucioni shock: "Svegliatevi nelle casse di mogano". Poi le scuse "Profilo gestito da altri, non è quello che penso"

Il difensore si sfoga: "A buon intenditore poche parole". Poi pubblica un post chiarificatore

  • A
  • A
  • A

Fabio Lucioni non ha preso bene la squalifica di un anno decisa dal Tribunale Nazionale Antidoping. L'ormai ex capitano del Benevento si è sfogato con un post shock su Instagram: "Con la speranza che domani mattina vi svegliate... congelati... e per trasportarvi servono delle casse di mogano. Buonanotte a loro: a buon intenditor poche parole". Parole durissime, sicuramente da condannare. Il difensore centrale è stato fermato dopo che era risultato positivo al Clostebol a un controllo del 10 settembre scorso.

Successivamente sono arrivate le scuse di Lucioni, sempre attraverso il suo profilo Instagram: "ci tengo a precisare che il profilo in esame è gestito da terzi, i quali sono stati tempestivamente allontanati. Quelle frasi non sono né il mio pensiero né il mio modo di essere".

Un post condiviso da Fabio Lucioni (@fabio_lucioni5) in data:

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments