Calcio ora per ora

Atalanta, Luca Percassi: "non ci poniamo obiettivi"

"Mio padre lo dice perche' ci crede: il primo obiettivo e' salvarsi,

Ora per ora placeholder
  • A
  • A
  • A

"Mio padre lo dice perche' ci crede: il primo obiettivo e' salvarsi, quindi quota 40. Di altri non ce ne siamo mai posti, ne abbiamo avuto consapevolezza di volta in volta". Luca Percassi, ad dell'Atalanta, ribadisce il traguardo minimo indicato dal padre Antonio: "Per me abbiamo un'ottima squadra, con ragazzi fantastici: ha dato prova di forza in parecchie partite. E negli ultimi anni sono arrivati giocatori importanti - continua -. Pasalic e' stato tra i primi, adesso Kovalenko, che aveva varie opportunita' ma ha scelto di venire qui. Bisogna lasciargli il tempo necessario per ambientarsi in un contesto nuovo. Significa che ha sposato in pieno il nostro progetto: abbiamo percepito che nonostante l'interesse di altre squadre ha scelto fermamente noi. Dobbiamo essere bravi a continuare ad alimentare questo interesse". L'alto dirigente ha espresso apprezzamento per la stagione nerazzurra, giunta alle semifinali di Coppa Italia e agli ottavi di Champions League: "C'e' da essere molto contenti di quello che si sta facendo. Giocare cosi' spesso e senza pubblico non e' facile: una cosa che ci sta pesando. Pero' il rendimento dei ragazzi e' straordinario al di la' dei risultati, che possono darti piu' o meno ragione".