Russia 2018, domani i sorteggi

L'Italia parte in seconda fascia: corriamo il rischio di trovare Germania e Spagna 

  • A
  • A
  • A

Domani, sabato, a San Pietroburgo l'Italia conoscerà i suoi avversari nel girone di qualificazione per i Mondiali del 2018. Gli azzurri, per la prima volta dal 2002, non saranno teste di serie, il rischio di trovarsi nel gruppo Germania o Spagna è concreto (e solo il primo posto garantisce il pass). Tutta colpa del ranking e degli ultimi match azzurri: il pari con la Croazia e il ko contro il Portogallo non aiutano Conte.

Secondo il ranking, ormai unica bibbia per la Fifa, Romania e Galles fanno meglio di noi e sono in prima fascia. Così, l'Italia si deve accomodare dietro e può anche capitare in un girone con i campioni uscenti tedeschi, la Polonia, la Turchia, Cipro e la Georgia. Con un po' di fortuna, Conte invece potrebbe trovare Galles, Grecia, Far Oer, Moldova e Andorra. 

Le 52 partecipanti al sorteggio verranno suddivise in sette gironi da sei squadre e due da cinque e solo le nove vincitrici passeranno alla fase finale. Alle otto migliori seconde toccheranno i playoff. Tutte le altre, dovranno guardare il Mondiale alla televisione. La Russia, come Paese ospitante, è già qualificata di diritto.

FASCIA 1: Germania, Spagna, Belgio, Portogallo, Olanda, Inghilterra, Croazia, Romania Galles
FASCIA 2: Slovacchia, Austria, ITALIA, Svizzera, Repubblica Ceca, Francia, Islanda, Danimarca, Bosnia
FASCIA 3: Polonia, Ucraina, Scozia, Svezia, Albania, Serbia, Ungheria, Nord Irlanda, Grecia
FASCIA 4: Turchia, Israele, Irlanda, Bulgaria, Norvegia, Montenegro, Estonia, Far Oer
FASCIA 5: Cipro, Armenia, Macedonia, Azerbaigian, Bielorussia, Finlandia, Lituania, Moldova, Lettonia
FASCIA 6: Georgia, Liectenstein, Malta, Kazakistan, Lussemburgo, San Marino, Andorra 

Al sorteggio doveva essere presente anche Hulk, ma l'attaccante dello Zenit ha dichiarato forfait per "impegni con il club". In realtà, pare che dietro alla defezione ci siano le dichiarazioni in cui ha criticato il problema del razzismo in Russia "sarebbe tremendo capitasse anche durante i Mondiali". Ecco perché gli organizzatori del sorteggio lo hanno rimpiazzato con l'ex nazionale russo Alexei Smertin.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments