BASKET

Nba: Phoenix elimina i Lakers, affronterà Denver

I Suns vincono 113-100 allo Staples Center, i campioni in carica sono fuori. I Nuggets rimontano e battono 126-115 Portland, chiudendo la serie sul 4-2

  • A
  • A
  • A

La notte Nba vede l'eliminazione dei Lakers campioni in carica: in gara-6, i gialloviola perdono 113-100 in casa contro Phoenix, che chiude la serie sul 4-2. Decisivo un super Devin Booker da 47 punti e 11 rimbalzi, inutili i 29 di LeBron James e il tentativo di recupero dall'infortunio di Davis, out dopo pochi minuti. I Suns se la vedranno ora con Denver, che rimonta da -14 nel terzo quarto e vince 126-115 contro Portland, battuta 4-2.

LOS ANGELES LAKERS-PHOENIX SUNS 100-113
I Lakers erano chiamati a vincere per prolungare la serie a gara-7, missione più che complicata considerando un Anthony Davis neanche a mezzo servizio. E, infatti, allo Staples Center arriva il ko più difficile da digerire, quello che costringe i campioni in carica a salutare i playoff con largo anticipo. Sin dai primi minuti del 113-100 che permette a Phoenix di chiudere la serie sul 4-2, si capisce che non sarà una serata da ricordare per i gialloviola: Davis, infatti, prova a rientrare in campo dopo l'infortunio di gara-4, ma dopo meno di 6 minuti è costretto ad alzare bandiera bianca. L'avvio non è choc solo per il numero 3, ma per l'intera franchigia, visto che i Suns partono forte e chiudono sul +22 il primo quarto (36-14) e toccano il massimo vantaggio di 29 punti prima dell'intervallo lungo. Nella ripresa, i Lakers hanno un sussulto d'orgoglio e provano a riavvicinarsi, ma Phoenix è brava a contenere ogni tentativo di rimonta e vince 113-100. Merito di un devastante Devin Booker, capace di mettere a referto 47 punti con un 15/22 al tiro ed un incredibile 8/10 dall'arco, oltre che un perfetto 9/9 nei liberi: serata chiusa inoltre in doppia doppia con 11 rimbalzi. Una prestazione che vanifica il tentativo di non salutare al primo turno di LeBron James, vicino alla doppia doppia con 29 punti, 9 rimbalzi e 7 assist. La stella gialloviola, però, è aiutata solo da Schröder (20) e da Caldwell-Pope (19). La serie finisce così 4-2: Phoenix vola in semifinale di Conference, dove affronterà Denver, contro cui ha vinto solo una delle tre partite di Regular Season.

PORTLAND TRAIL BLAZERS-DENVER NUGGETS 115-126
Stavolta Lillard non basta: Denver rimonta e vince 126-115, chiudendo la serie sul 4-2 e volando al secondo turno di playoff. I Nuggets, ad un passo dal ko che avrebbe costretto le due squadre a gara-7, ribaltano il -14 maturato nel corso del terzo quarto, con Portland avanti 68-61 all'intervallo dopo un gran primo tempo e 82-68 ad inizio ripresa, e si aggiudicano il match grazie ad un sontuoso ultimo periodo, nel quale Denver doppia i Blazers (28-14). A trascinare la squadra verso le semifinali di Conference è, ancora una volta, Nikola Jokic: il croato, infatti, mette a referto 36 punti, 8 rimbalzi e 6 assist, andando vicino alla doppia doppia grazie al 2/4 da tre e al perfetto 8/8 nei liberi. La stella dei Nuggets, però, è ben aiutata da Michael Porter Jr, che ne mette a referto 26, e Monte Morris, che ne realizza 22, 9 dei quali nel corso dell'ultimo e decisivo periodo. Portland, invece, crolla nonostante Damian Lillard, che dopo i 55 punti di gara-5 trova una doppia doppia con 28 punti, 13 assist e 4 rimbalzi, arrivati però con un 8/20 al tiro e con appena 3 triple realizzate su 11. Dietro di lui, ci prova solo McCollum (21), mentre non è serata per Carmelo Anthony (14 in 23 minuti). Denver sorride e raggiunge le semifinali di Conference: ora, la sfida ai Phoenix Suns, battuti due volte all'overtime in Regular Season.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments