NBA: la nuova frontiera della VAR spiegata da... Blake Griffin

L'ala grande dei Detroit Pistons non è d'accordo con la decisione dell'arbitro, prende un tablet e gli mostra l'errore

La tecnologia scende letteralmente in campo in NBA: durante la pesante sconfitta 88-125 dei Detroit Pistons, spazzati via dagli Indiana Pacers, Blake Griffin ha qualcosa da ridire su una decisione arbitrale. Non c'è la VAR nel basket, ma Griffin decide di crearsene una tutta sua: durante un time-out prende un tablet e si dirige verso l'arbitro per mostrargli l'errore. Siamo al limite del fallo tecnico, ma il direttore di gara lo grazia e, anzi, spiega il motivo della sua decisione. Sarà questa la nuova frontiera della tecnologia in campo?

NBA: la nuova frontiera della VAR spiegata da... Blake Griffin

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • LinkedIn

La tecnologia scende letteralmente in campo in NBA: durante la pesante sconfitta 88-125 dei Detroit Pistons, spazzati via dagli Indiana Pacers, Blake Griffin ha qualcosa da ridire su una decisione arbitrale. Non c'è la VAR nel basket, ma Griffin decide di crearsene una tutta sua: durante un time-out prende un tablet e si dirige verso l'arbitro per mostrargli l'errore. Siamo al limite del fallo tecnico, ma il direttore di gara lo grazia e, anzi, spiega il motivo della sua decisione. Sarà questa la nuova frontiera della tecnologia in campo?

>
TAGS:
NBA
Detroit
Indiana
Griffin
Arbitro
Tecnologia

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X