POSITIVO AL CORONAVIRUS

Nba, Gobert positivo al coronavirus: in conferenza aveva scherzato coi microfoni

Comportamento incosciente del francese di Utah che aveva toccato tutti i microfoni

  • A
  • A
  • A

Rudy Gobert ora ha capito sulla propria pelle che con la salute e il coronavirus non si scherza: è risultato positivo ai test costringendo l'Nba alla sospensione del campionato. Per questo le immagini del francese di Utah nella conferenza pre-partita (quando ovviamente non sapeva della positività) risultano ancora più inquietanti. Al termine della conferenza si vede Gobert sorridente che posa le mani sui microfoni prima di lasciare la sala stampa, rischiando così di infettare molte altre persone.

 


GOBERT: "SONO STATO INCOSCIENTE, SCUSATEMI"
“Vorrei ringraziare tutti quanti per i tanti messaggi di supporto che ho ricevuto nelle ultime 24 ore“, così il giocatore via Instagram “Ho provato tante emozioni diverse dal momento della diagnosi, paura, ansia, e imbarazzo. Per prima cosa, vorrei scusarmi qui pubblicamente con tutte le persone che potrei aver messo a rischio. All’epoca di quella conferenza stampa, non avevo idea di aver contratto il virus, ma non ho comunque rispettato le misure e non cerco scuse. Spero che la mia storia serva da lezione per il futuro, affinché tutti possano prendere questa cosa sul serio. Farò di tutto per mettere questa mia esperienza a disposizione per educare la gente e limitare il contagio. Oggi ho le miglior cure possibili, e mi rimetterò in fretta, grazie ancora per il supporto vi invito tutti a fare il possibile per stare al sicuro“.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments