BASKET

Nba: Fontecchio e Utah ko a Sacramento, Denver stende Milwaukee

I Jazz perdono in casa dei Kings, la sfida tra prime in classifica va ai Nuggets. Phoenix supera Philadelphia, colpo dei Pelicans in casa dei Clippers

  • A
  • A
  • A
Nba: Fontecchio e Utah ko a Sacramento, Denver stende Milwaukee - foto 1
© Getty Images

Nella notte Nba, cadono Simone Fontecchio e gli Utah Jazz: solo 5 punti per l'azzurro nel 121-113 in favore di Sacramento. La sfida tra prime in classifica va a Denver, che batte 129-106 Milwaukee: a quota 31 sia Jokic che Antetokounmpo. Vittoria fondamentale in ottica playoff per Phoenix, che supera 125-105 Philadelphia, mentre arriva un pesante ko per i Clippers: i Pelicans passano 131-110 a Los Angeles. Brooklyn si impone 129-100 a Miami.

SACRAMENTO KINGS-UTAH JAZZ 121-113
Serata storta per Simone Fontecchio e per Utah: Sacramento batte 121-113 i Jazz, con l'azzurro che mette a referto soltanto 5 punti. Non basta neanche la prestazione di uno scatenato Kessler, autore di una doppia doppia da 31 punti e 11 rimbalzi e con soli due errori sia al tiro che in area (14/16). A trascinare i Kings sono invece Huerter e Murray, che insieme realizzano 49 punti (rispettivamente 27 e 22). Con questa vittoria, Sacramento si avvicina ulteriormente alla conferma di un posto nei playoff, mentre Utah, al terzo ko di fila, scivola addirittura al dodicesimo posto con 35-39 di record.

DENVER NUGGETS-MILWAUKEE BUCKS 129-106
Va a Denver la sfida tra prime in classifica. La capolista della Western Conference si impone 129-106 in casa contro Milwaukee, ora a sole due gare di vantaggio sul secondo posto ad Est di Boston. La grande sfida tra Giannis Antetokounmpo e Nikola Jokic termina sostanzialmente in parità: 31 punti per il greco e il serbo, che però aggiunge 11 assist chiudendo così in doppia doppia. Ad aiutare l'Mvp delle ultime due Regular Season è allora un Jamal Murray scatenato dall'arco (5/10), in un match in cui i Nuggets, di fatto, si impongono grazie ad una dirompente ripresa da 66-40. Denver resta potenzialmente tre gare sopra Memphis che è seconda in classifica.

PHOENIX SUNS-PHILADELPHIA 76ERS 125-105
Dopo tre sconfitte di fila, Phoenix torna alla vittoria e lo fa imponendosi nettamente su Philadelphia: 125-105, il secondo ko consecutivo per i Sixers. Tra Booker (29 punti) ed Embiid (doppia doppia a quota 28 con 10 rimbalzi) spunta Tyrese Maxey, scatenato con 37 punti, 7 triple e un clamoroso 14/19 dal campo. Numeri che aiutano i Suns a dilagare, soprattutto nell'ultimo quarto, quando dall'89-83 si passa al 125-105 finale. Con questo successo, Phoenix consolida il quarto posto ad Ovest e si allontana dal settimo di Lakers e Pelicans, mentre Philadelphia resta terza ad Est, due partite sotto boston e potenzialmente tre sopra Cleveland.

LOS ANGELES CLIPPERS-NEW ORLEANS PELICANS 110-131
La sorpresa della notte Nba arriva dalla Crypto.com Arena: i Pelicans si impongono 131-110 a Los Angeles contro i Clippers. Gli ospiti si impongono in tutti e quattro i parziali, mettendo al sicuro il match ben prima della sirena conclusiva. Il trio di New Orleans composto da Ingram (32 con 13 assist), Murphy (32 con 10 triple) e McCollum (21) è letale e realizza più della metà dei punti totali di squadra. Tra le fila dei Clippers, ora raggiunti al quinto posto ad Ovest da Golden State a 39-36 di record, il migliore è Hyland con appena 18 punti, anche se sono in sette (tra cui Westbrook a 15 e Leonard a 12) a chiudere in doppia cifra.

MIAMI HEAT-BROOKLYN NETS 100-129
Vittoria esterna fondamentale in ottica playoff, ma ad Est, anche per Brooklyn, che torna a vincere dopo cinque ko di fila, batte e tiene a distanza Miami, stesa 129-100. L'avvio è in favore degli Heat (36-28 a fine primo quarto), poi però non c'è gara: i Nets concedono appena 31 punti ai padroni di casa nel secondo tempo e rimontano, dominando e chiudendo con largo anticipo i giochi. Il tutto grazie a Bridges, che pur tirando 7/19 dal campo realizza 27 punti ed è top scorer, mentre non bastano i 23 messi a referto sia da Herro che da Strus. 18, invece, quelli di Butler. Brooklyn stacca così Miami e si riprende il sesto posto, ma la distanza è minima: 40-34 contro il 40-35 degli Heat.

ATLANTA HAWKS-INDIANA PACERS 143-130
Atlanta batte 143-130 Indiana, rischiando di chiudere virtualmente i sogni di play-in dei Pacers. La franchigia della Georgia si garantisce il successo grazie alla ripresa, visto che all'intervallo lungo gli ospiti sono avanti 74-72: decisivo, allora, il 71-56 del secondo tempo. Non bastano i 33 punti di Nwora, che sbaglia solo cinque conclusioni (12/17), dimostrandosi letale dall'arco (4/7) e perfetto ai liberi (5/5). Nonostante l'espulsione di Trae Young, colpevole di aver lanciato la palla contro uno degli arbitri e capace comunque di mettere a referto 14 punti, Atlanta vince: merito dei 21 di Collins e della doppia doppia di Dejounte Murray (20 con 12 assist). Ad Est, Atlanta è ottava a 37-37 di record, mentre Indiana scivola a 33-42: e ora i Magic di Banchero (31-43) non sono così lontani.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti