basket

Eurolega: l'Anadolu Efes è ancora campione, Real Madrid ko

A Belgrado, i turchi vincono 58-57 e bissano il successo del 2020/2021: strepitosi Micic, Pleiss e Larkin. Il Barcellona batte l'Olympiacos ed è terzo

  • A
  • A
  • A

L'Anadolu Efes vince la seconda Eurolega della sua storia. A Belgrado, i turchi battono 58-57 il Real Madrid e bissano il successo della scorsa edizione. Decisivi Micic, Pleiss e Larkin, che realizzano il 90% dei punti di squadra e chiudono rispettivamente a quota 23, 19 e 10. Inutile, per gli spagnoli, la doppia doppia da 14 punti e 11 rimbalzi di Tavares. Al terzo posto chiude il Barcellona, che batte 84-74 l'Olympiacos.

© Getty Images

L'Anadolu Efes si conferma campione e vince l'Eurolega 2021/2022, la seconda della sua storia e la seconda consecutiva dopo il successo dell'edizione precedente. A Belgrado, va in scena un'autentica battaglia contro il Real Madrid, avanti di 5 punti all'intervallo ma costretto ad arrendersi di fronte al trio delle meraviglie composto da Vasilije Micic, Tibor Pleiss e Shane Larkin. Il match è equilibrato: lo dimostra il +1 per gli spagnoli dopo il primo quarto (15-14) e il 19-15 del secondo, che fissano il punteggio di metà gara sul 34-29 in favore degli uomini di Laso.

Nel terzo periodo si segna poco: 19 punti complessivi, di cui 11 in favore dell'Anadolu che si presenta agli ultimi 10 minuti di Eurolega in svantaggio di un solo possesso (42-40). Il miniparziale decisivo porta la firma di Pleiss, che regala il vantaggio all'Anadolu e firma anche l'ultimo canestro dei suoi. Llull regala un'altra speranza al Real, ma la feroce lotta a rimbalzo sulla tripla sbagliata da Larkin occupa tutti gli ultimi secondi di gara: finisce 58-57, con il pubblico di parte turca della Stark Arena che impazzisce. L'Anadolu si conferma dunque campione e ringrazia Vasilije Micic, Tibor Pleiss e Shane Larkin, che insieme realizzano 52 dei 58 punti di squadra: sono 23 per il serbo, 19 per il tedesco e 10 per il turco, mentre gli altri 6 li mettono a referto Singleton (4) e Dunston (2). Sfuma il successo, invece, per il Real Madrid, che paga l'imprecisione dall'arco (appena 6/33) e chiude con un solo giocatore in doppia cifra: Walter Tavares, 14 punti con 11 rimbalzi.

La finalina va invece al Barcellona, che con un gran primo tempo e un cinico finale batte 84-74 l'Olympiacos, salendo sul gradino più basso del podio e lasciando i greci all'ultimo posto delle Final Four.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti