NBA: vittoria Clippers su Milwaukee con i 13 di Gallinari, Memphis batte a sorpresa i 76ers

Importante vittoria dei Clippers che rifilano ai Bucks la terza sconfitta stagionale, i 32 di Conley battono Philadelphia

NBA: vittoria Clippers su Milwaukee con i 13 di Gallinari, Memphis batte a sorpresa i 76ers

Dieci le partite nella notte NBA, i Clippers di Danilo Gallinari riescono nell’impresa di battere i Bucks per 126-128, solamente però dopo un overtime, male il Gallo che al tiro realizza uno scarso 27%. I Memphis battono i 76ers regalando loro la sesta sconfitta stagionale, top scorer di gara: Mike Conley con i suoi 32 punti. Houston ennesimo ko, questa volta contro i San Antonio, vittoriosi per 89-96, Aldridge realizza una doppia-doppia da 27 punti e 10 rimbalzi, mentre Belinelli ne mette a segno 8 di punti. Nella notte vittoriosi anche i Lakers di Lebron James.

New York Knicks-Toronto Raptors 112-128 Dodicesima vittoria stagionale (12-1) per i Raptors, i quali con la vittoria di stanotte si confermano al primo posto nella classifica nella Eastern Conference. Jonas Valanciunas (19-10) supportato da Siakam (23) hanno in parte sostituito Leonard il quale non è stato un vero è proprio protagonista della partita (12 punti con 2 su 7 al tiro). Nei Knicks il solito Hardaway Jr. con 27 punti non riesce a trovare l’upset.

Milwaukee Bucks-Los Angeles Clippers 126-128ot Vittoria importante quella dei Clippers che con la vittoria di questa notte si porta al 6° posto nella Western Conference (pari merito con OKC). Danilo Gallinari realizza 13 punti con 4 su 15 al tiro (27%) e 1 su 7 da oltre l'arco (14%), nonostante non sia stata un’ottima partita offensiva, l'italiano ha dimostrato una buona fase difensiva. Nei Bucks, Antetokounmpo in doppia-doppia con 27 e 18 nulla può per evitare la sconfitta.

Phoenix Suns-New Orleans Pelicans 99-119 Sfida nella Western Conference, dove i Pelicans sono riusciti facilmente a raggiungere la vittoria dando agli avversari ben 20 punti di differenza. Ottima prestazione per la coppia di lunghi dei Pelicans, Davis e Randle, che hanno messo a segno rispettivanente 26 (con 13 rimbalzi) e 22 (con 15 rimbalzi) punti. Nei Suns prestazione un po’ sottotono di Booker che realizza solo 12 punti, Ayton invece realizza una bella doppia-doppia da 20-12.

Washington Wizards-Miami Heat 116-110 Washington torna alla vittoria dopo numerose sconfitte consecutive, nella notte arriva la terza vittoria stagionale, portando così il record a 3 vittorie e nove sconfitte. La coppia Wall (28) – Beal (18) supportata da Howard (11-16) e Green (19-10) riesce a ritrovare la vittoria. Gli Heat invece non sono stati capaci di approfittare della situazione “No” degli avversari. I migliori per Miami, Whiteside (15-14) e McGruder (22) e Richardson (24).

Cleveland Cavaliers-Chicago Bulls 98-99 I Cavs arrivano ad un passo, per l'esattezza due punti, dal raggiungere una vittoria che oramai non arriva da tempo. Nella notte undicesima sconfitta stagionale (1-11) a causa dei Bulls di Lavine (24), Carter Jr. (15) e Arcidiacono (15). Nei Cavs buona prestazione nonostante la sconfitta per il rookie Sexton che mette a segno 20 punti, ma anche per Thompson (22-12) e per Hood autore anch’esso di 20 punti.

Philadelphia 76ers-Memphis Grizzilies 106-112ot Memphis batte a sorpresa i giovani “sixers" i quali non si sono facilmente arresi, venendo sconfitti solamente dopo un tempo supplementare. Mike Conley (32) con l'ausilio di Gasol (18-12) e Temple (17) riesce a sconfiggere i 76ers. Ottima prestazione nonostante tutto da parte di Embiid (14-16), Simmons (18-14) e Reddick (20), i quali hanno saputo opporre una buona resistenza.

Houston Rockets-San Antonio Spurs 89-96 Continua il pessimo periodo di forma dei Rockets, sconfitti per l’ennesima volta, questa volta a causa degli Spurs, i quali hanno rifilato a Harden (25) e compagni la settima sconfitta di stagione (4-7). Migliore in campo per gli Spurs, Aldridge autore di 27 punti e 10 rimbalzi, Derozan si ferma semplicemente ad una doppia-doppia di 13 punti e 11 rimbalzi, Belinelli invece realizza 8 punti con 3 su 7 al tiro. Nei Rokcets oltre al già citato Harden, Capela (12-17) e Gordon (23) risultano come i migliori.

Brooklyn Nets-Golden State Warriors 96-111 Nonostante le assenze di Curry e Green, i Warriors hanno saputo portare a casa il risultato sperato, a sostituire i due c'hanno pensato Durant e Thompson, il primo autore di una bella doppia-doppia con 28 punti e 11 assist, il secondo invece autore di ben 24 punti, da non sottovalutare però l'apporto di Cook con ben 27 punti. Nei Nets nonostante lo strapotere avversario si sono fatti valere su tutti Allen (24) e Napier (14).

Oklahoma City Thunder-Dallas Mavericks 96-111 Importante vittoria quella dei Thunder che si portano così alla settima vittoria stagionale contro le cinque sconfitte subite (7-5, sesto posto pari merito con i Clippers). I Thunder privi di Westbrook, hanno dovuto affidarsi a Paul George autore di ben 20 punti e 13 rimbalzi, ma anche a Adams (20-13) e Schröder (19). Nei Mavs il solito Doncic, oramai unico favorito al titolo di “rookie dell'anno” (ROY), mette a segno ben 22 punti, ma non bastano per evitare la sconfitta.

Los Angeles Lakers-Sacramento Kings 101-86 Importante vittoria quella di Lebron che riesce così a pareggiare il record stagionale, portandolo a 6 vittorie e altrettante sconfitte. Lakers vittoriosi ma ancora non molto convincenti, Lebron il migliore in campo realizza ben 25 punti, venendo solo in parte supportato dai compagni, in particolare da Kuzma (11) e Ingram (12). Nei Kings De'Aaron Fox si sta sempre di più rivelando come un possibile candidato al (MIPOY) “Most Improved Player of the Year”.

TAGS:
Basket
Nba
Belinelli
Lebron james
Houston
Thunder
Dallas
Curry

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X