SERIE A

Basket, Serie A: Sassari beffata a Trieste, cadono anche Brescia, Fortitudo e Venezia

Pozzecco si fa rimontare dal +16, decide un buzzer beater di Fernandez. Cantù batte la Reyer, Pompea dominata a

  • A
  • A
  • A

Il 21esimo turno della Serie A di basket si chiude con la prevalenza del fattore-casa. Cinque successi casalinghi su sei, il più sorprendente è l'83-82 di Trieste su Sassari: Dinamo sul +16 nel terzo quarto ma travolta dalle triple, di cui una sul finale, di Fernandez. Brescia cade 63-56 a Trento, Venezia perde 81-77 a Cantù, Fortitudo dominata 78-66 a Treviso. Cremona-Reggio Emilia 95-93, l'unico blitz esterno lo ottiene Pistoia (81-80 a Roma).

ALLIANZ PALLACANESTRO TRIESTE-BANCO DI SARDEGNA SASSARI 83-82
Grazie a una bomba a ridosso della sirena di Juan Manuel Fernandez, Trieste sgambetta Sassari e costringe Gianmarco Pozzecco alla seconda sconfitta consecutiva in campionato. Per la Dinamo un'altra beffa nel finale, dopo la tripla di Alessandro Gentile che ha deciso il match di Trento. Sassari, anche grazie ai soli 14 punti realizzati da Trieste nel secondo quarto, viaggia comodamente sulla doppia cifra di vantaggio all'intervallo (44-34), dopo essere stata avanti anche di 12. Gap aumentato poi fino al +16 grazie a un layup di Miro Bilan. La Dinamo domina sotto le plance ma pensa di aver vinto un po' troppo presto e a cavallo dei due quarti finali l'Allianz risorge fino a tornare sul -6. I punti di Gentile e Pierre ricacciano i padroni di casa a -11, ma negli ultimi quattro minuti le tre triple di Fernandez e i canestri di Deron Washington firmano una rimonta epocale chiusa dal buzzer beater dell'argentino, che è anche il miglior realizzatore con 23 punti, tirando 7/14 dal campo, di cui 5/9 da tre.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO-GERMANI BASKET BRESCIA 63-56
Secondo k.o. consecutivo per la Leonessa, raggiunta da Milano al terzo posto, mentre l'Aquila ottiene il terzo successo in quattro partite, tra cui due scalpi importanti: oltre alla Germani, infatti Trento ha sconfitto anche Sassari. Punteggi molto bassi sin dall'inizio, si va al riposo su un 33-33 raggiunto da Brescia con un canestro di Tommaso Laquintana. Nessuna delle due squadre riesce ad allungare e la spallata definitiva al match viene data dal parziale conclusivo di 13-3 in favore dei padroni di casa, con protagonisti Rashard Kelly e Jason Blackmon, autore di una tripla, un layup e un gioco da tre punti nel giro di due minuti. Topscorer della serata Kelly con 14 punti, Awudu Abass guida il tabellino della Germani con 11, pur tirando con il 16.7% da due.

VANOLI BASKET CREMONA-GRISSIN BON REGGIO EMILIA 95-93
Match molto intenso al PalaRadi, dove Cremona ottiene il quarto successo consecutivo in campionato e raggiunge Brindisi al quinto posto. La squadra di Meo Sacchetti parte malissimo e deve risorgere dal -18 di fine primo quarto: Reggio Emilia realizza infatti 36 punti in dieci minuti, suggellati dalle tre triple consecutive che portano la firma di Johnson-Odom e Fontecchio. Il secondo quarto è tutto per i padroni di casa: otto punti di Jordan Mathews e sette a testa di Happ e Saunders riportano Cremona in partita, ed è 50-49 per Reggio Emilia all'intervallo. La Vanoli cerca di allungare nel terzo quarto (+5 con Josip Sobin) e nell'ultima frazione (+10 firmato dalla bomba di Michele Ruzzier, la squadra di Maurizio Boscaglia è brava a riportarsi sotto e Reggie Upshaw firma addirittura la tripla del sorpasso (93-92) a 1'20” dalla sirena. Un canestro di Ethan Happ e un libero di Travis Diener chiudono la partita. Miglior realizzatore Simone Fontecchio con 23 punti, seguito dal compagno Johnson-Odom con 22. 

DÈ LONGHI TREVISO-POMPEA FORTITUDO BOLOGNA 78-66
I 18 punti di Amedeo Tessitori (strepitoso con 9/11 da due) stendono al Palaverde la Fortitudo e permettono a Treviso di respirare ulteriormente in classifica: ora Roma è staccata di una vittoria. Bolognesi che escono dalla partita praticamente nel secondo quarto: la Pompea perde un pallone dopo l'altro (dieci nel secondo quarto, saranno 23 a fine partita) e Treviso vola sul 33-20 con una tripla di Jordan Parks. Tre punti di Pietro Aradori addolciscono di poco l'intervallo dell'Aquila (39-29), anche perché la Dè Longhi trova un altro massimo vantaggio ancora con una bomba di Parks e gestisce il vantaggio nell'ultimo quarto, rintuzzando la rimonta bolognese con il Tessitori-show: il centro pisano realizza infatti sei canestri consecutivi, prima che Parks chiuda definitivamente la sfida. Alla Fortitudo non bastano i 21 punti di Aradori, che tira con il 66.7% da due ed è perfetto ai liberi.

S. BERNARDO-CINELANDIA CANTÙ-UMANA REYER VENEZIA 81-77
Al PalaBancoDesio Cantù batte i campioni d'Italia in un match equilibrato, giocato punto a punto fino al 40', in cui la squadra di Cesare Pancotto riesce a fare la differenza a rimbalzo (49-34). Venezia recupera un +11 a inizio secondo quarto grazie a un break portentoso di 14-0 e va al riposo sul 41-39. Sugli scudi Mitchell Watt con 14 punti: saranno 25 a fine partita per il topscorer di serata. I padroni di casa scoprono il 17enne Gabriele Procida (nove punti in sette minuti, 3/3 dalla lunga distanza) e si affidano nei secondi finali alla mano di Wes Clark, che sigilla dalla lunetta l'81-77 finale. Miglior realizzatore per i padroni di casa è Kevarrius Hayes con 14 punti e il 50% al tiro, seguono Jeremiah Wilson (13), Jason Burnell e Cameron Young (11).

VIRTUS ROMA-ORIORA PISTOIA 80-81
Con un canestro di Justin Johnson a sei secondi dalla fine, Pistoia conquista il primo successo in trasferta, cammina a braccetto con Trieste e attrae Roma nelle acque pericolosissime di classifica. I capitolini sono infatti solo a +2 su OriOra e Allianz dopo aver incassato la settima sconfitta consecutiva in campionato. Non basta alla Virtus approcciare il match con convinzione: 27-15 di parziale nel secondo quarto e 48-36 all'intervallo, con 15 punti di William Buford e dieci di Davon Jefferson. Pistoia torna in partita nel terzo quarto, vinto 25-14, mentre nell'ultimo è battaglia punto a punto, con Roma che va al massimo sul +5. I toscani mettono il naso avanti per la prima volta nella ripresa a 32” dalla fine: merito di Jean Salumu, che insacca da tre dopo i passi di Jerome Dyson (serataccia per lo statunitense, che tira 1/8 dal campo). Replica una bomba di Buford, prima del tiro vincente di Johnson. Miglior realizzatore Buford con 25 punti, per Pistoia preziosissimi i ventelli di Terran Petteway e Johnson.
 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments