BASKET

Basket, Lega A: sei vittorie su sei per l’Olimpia, Trento ko. Brindisi è seconda

Le Scarpette Rosse vincono 82-75 e restano in vetta a punteggio pieno. La squadra di Vitucci batte 100-74 la Fortitudo e supera Venezia

  • A
  • A
  • A

Continua il percorso netto in vetta alla Lega A dell'Olimpia Milano, che batte Trento 82-75 al Forum. La formazione di Messina, sotto 44-41 all'intervallo, rimonta nell'ultimo parziale e resta a punteggio pieno dopo sei giornate. Al secondo posto sale Brindisi, che vince 100-74 contro la Fortitudo e supera Venezia, battuta e agganciata dalla Virtus Bologna. Sassari e Pesaro vincono contro Varese e Cremona, rinviata Reggiana-Treviso.

AX ARMANI EXCHANGE MILANO-DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 82-75
L'avvio del Forum premia l'Olimpia, che vola subito sul +9 e chiude i primi 10 minuti sul 19-12. Nel secondo quarto, però, si scatena Trento, trascinata dalla super coppia composta da Gary Browne e JaCorey Williams: dal +8, la squadra di Messina scivola addirittura a -4 da Trento, che con un parziale di 15-3 rimonta e chiude con un +3 (44-41) all'intervallo lungo. Nel terzo parziale, regna l'equilibrio: 19-18 in favore dell'Olimpia, che si avvicina ulteriormente agli ospiti, sul +2 (62-60) a fine quarto. Negli ultimi 10 minuti, però, le Scarpette Rosse dilagano, rifilando un iniziale 13-0 alla Dolomiti Energia e volando sul +11. Gli uomini di Brienza provano a rientrare nel match, ma è troppo tardi: finisce 82-75, con l'Olimpia che vince la sesta partita su sei in campionato. Prestazione sontuosa di Shavon Shields: 24 punti, 5 rimbalzi e un assist, con un'incredibile percentuale di realizzazione dell'82%.

UMANA REYER VENEZIA-SEGAFREDO VIRTUS BOLOGNA 68-83
Avvio di match equilibrato al Taliercio, con la Virtus avanti soltanto di un punto nel primo quarto (21-20). La Reyer, però, inizia il secondo parziale con un 12-3 nei confronti degli uomini di Djordjevic che vale il momentaneo +10: all’intervallo, è 43-34. Il terzo quarto vede Bologna lottare punto su punto e ridurre il distacco: a fine parziale, il tabellone recita 62-61 per Venezia. Gli ultimi 10 minuti, però, sono clamorosamente a senso unico: la Segafredo infligge un incredibile 18-0 alla formazione di De Raffaele, che impiega più di 7 minuti a sbloccarsi nel parziale. Finisce 68-83, con la Virtus che vince grazie al collettivo: Weems, Markovic e Tessitori realizzano rispettivamente 16, 14 e 12 punti, mentre l'assistman è il solito Milos Teodosic (8). Secondo ko interno per la Reyer nonostante la grande serata di Stefano Tonut (24 punti con 6/9 dal perimetro).

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO-VANOLI BASKET CREMONA 95-83
Partita equilibratissima a Pesaro: Cremona parte meglio nel primo quarto (18-13), ma nel secondo parziale i padroni di casa si scatenano e rifilano un 27-7 alla Vanoli. All'intervallo, la squadra di Repesa è avanti di 15 punti (40-25). Al rientro in campo, però, sono gli ospiti a partire meglio, con un 27-19 che rimette tutto in discussione: alla fine del terzo quarto, è 59-52. L'inerzia del match è tutta in favore di Cremona, che rimonta e va addirittura vicinissima alla vittoria. Sono i liberi di Cain ad evitare il ko di Pesaro e prolungare la sfida all'overtime, dove non c'è storia: netto 19-7 in favore dei padroni di casa, che vincono e staccano proprio Cremona, che sfiora la grande rimonta ma crolla nonostante i 25 punti di Mian e i 24 di Hommes.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-OPENJOBMETIS VARESE 104-82
Sfida senza storia quella del PalaSerradimigni: nel primo tempo, Sassari dilaga e riesce addirittura a doppiare Varese con 20 minuti travolgenti. A fine secondo quarto, infatti, è 67-32 in favore degli uomini di Pozzecco. Al rientro in campo, i padroni di casa rallentano i ritmi e l'Openjobmetis riesce almeno a rendere meno amaro il passivo. I parziali di 26-17 e 24-20 consentono agli ospiti di fare meglio nel secondo tempo, ma è una magra consolazione: finisce con Sassari in tripla cifra, 104-82. Pozzecco si gode Bendzius, Tillman e Bilan, che mettono a referto rispettivamente 23, 19 e 18 punti. Varese rimedia il quarto ko in campionato nonostante la coppia Scola-Strautins, autori di 59 (33 per l'argentino, 26 per il lettone) degli 82 punti complessivi dell'Openjobmetis.

HAPPY CASA BRINDISI-FORTITUDO LAVOROPIÙ BOLOGNA 100-74
Al PalaPentassuglia, l'avvio di match premia la Fortitudo, sempre avanti nel punteggio e capace di portarsi anche sul +8 (13-21), prima di chiudere il primo quarto sul 26-29. Sul finire del secondo parziale, però, Brindisi scappa grazie al 12-0 che consente agli uomini di Vitucci di chiudere la prima metà di gara in vantaggio di 13 punti (53-40). Distacco che rimane pressoché invariato dopo un ulteriore tentativo di fuga dei padroni di casa, ripresi però dalla formazione di Sacchetti. Il 72-60 con cui si chiude il terzo quarto, però, è il preludio all'ultimo quarto perfetto da parte di Brindisi, che rifila un altro 11-0 alla Fortitudo e arriva fino al massimo vantaggio di +27. Finisce 100-74 grazie soprattutto ad Harrison e a Thompson, che mettono a referto 22 punti. Quinto ko, invece, per la Fortitudo, nonostante i 24 punti di Withers e i 23 di Banks.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments