EUROLEGA

Basket, Eurolega: l’Olimpia Milano vince a Madrid dopo 16 anni

Impresa dell'Armani Exchange nel primo turno del girone di ritorno di Eurolega. Il Real Madrid cade in casa 80-76: il merito è di una grande difesa nella ripresa

  • A
  • A
  • A

L’Olimpia Milano riscrive la storia vincendo 80-76 in casa del Real Madrid, dove non esultava dalla stagione 2003/04. Anche senza Llull e Fernandez, i blancos (secondi in Eurolega) dimostrano di essere un avversario scomodo, ma la squadra di Messina impone loro la sconfitta dopo sei successi consecutivi e inizia alla grande il 2021. Decisivo un terzo quarto perfetto, iniziato con un parziale di 19-2. Il miglior marcatore è Rodriguez con 17 punti.

Nonostante l’assenza di Shavon Shields (risentimento muscolare ai flessori della coscia destra) e di Vlado Micov, Milano compie l’impresa nella neve di Madrid vincendo contro il Real 80-76. Le Scarpette Rosse partono meglio, ma i padroni di casa ribaltano la situazione (12-8) grazie al gigante Tavares. I punti di Thompkins permettono ai blancos di restare avanti alla fine del primo quarto (18-17) contro un’Olimpia mai doma, però poco precisa. Poco dopo l’esordio di Tyus (ex Cantù, in Spagna per sostituire Randolph) si prende la scena Kyle Hines, che con un assist al bacio per Datome soffia sul fuoco della rimonta, rintuzzando un break di 12-3 chiuso da Roll sul 21-25. È solo uno dei tanti strappi di un match che all’intervallo lungo è in perfetta parità (39-39).

Nella ripresa il Real impiega quattro minuti per sbloccarsi e Milano fugge in doppia cifra di vantaggio con le triple di Delaney e Leday, fino al +12 del 25’ (41-53). L’Olimpia della terza frazione è un’onda che gli spagnoli non sanno come arginare, né in attacco (troppe palle perse) né in difesa. E il break iniziale di 19-2 porta al 41-58 fissato dall’arco da Punter. La formazione di Laso torna a contatto al 35’ con Carroll, costringendo Messina a fermare il gioco. Con Tyus arriva addirittura sul -3 (64-67), ma l’Armani Exchange non molla in difesa e alla fine riesce a custodire il vantaggio fino al termine della gara. Un successo per 80-76 che permette di superare il Valencia al settimo posto in classifica, con 10 vittorie, e consolidare la candidatura per i playoff. Sul piano individuale spiccano Delaney (14 punti), Leday (12 punti) e Rodriguez (17).
Preziosi i 10 rimbalzi di Moraschini. Carroll, 20 punti, è il più prolifico dei blancos.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments